Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

  • Confessioni di una madre snaturata

    On: 23 Novembre 2012
    In: sproloqui
    Views: 3945
     Like

    Chi, tra i genitori alla lettura, non hai mai ripensato con nostalgia alla vita prima dei figli alzi la mano. O scagli una pietra, a scelta. (Basta anche un sassetto).

    Perché io invece ci penso, e anche spesso. Penso a come era tutto incredibilmente facile, anche quando sul momento non sembrava. Ero libera di: andare e venire come mi pareva, mangiare ciò che volevo senza pensare di dover allattare, vestirmi come mi saltava in testa senza scegliere un abito comodo per estrarre una tetta all’occorrenza, bere un bicchiere di vino in più senza obbligo di stare vigile e all’erta per un altro (o più d’uno) essere umano, quasi completamente in balia della tua attenzione.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Come cambia la musica

    On: 6 Agosto 2012
    In: la mia vita e io
    Views: 2907
     Like

    bimbi sul lettoC’era una volta una giovane donna che trascorreva buona parte delle proprie estati nella casa di famiglia in montagna. Le giornate passavano liete e ancor più le notti: tra giri in valle, passeggiate nei boschi con gli amici (stile Carpe Diem), serate in piola a forza di canti e di grappa, lunghissimi pomeriggi assolati a girare di casa in casa per quattro chiacchiere e una partita a carte, una scarpinata al rifugio, un bagno al lago.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Quando la terra trema, il cuore di più

    On: 3 Giugno 2012
    In: sproloqui
    Views: 1733
     Like

    Chi mi conosce lo sa, non sono mai riuscita a schiacciare nemmeno un insetto (zanzare a parte, la categoria non me ne voglia). Anche perché da piccola mi capitava spesso di fantasticare sulle più –apparentemente- insulse bestiole. Sulle colonie di formiche, per esempio. Mi immaginavo questi gruppi industriosi e indaffarati venire sconvolti ogni volta da una mossa umana o di qualche animale appena più grande. Me le vedevo disperate e affrante, con il loro lavoro distrutto, incapaci di comprendere cosa stesse accadendo. Me le immaginavo correre a destra e sinistra, sconvolte dalla catastrofe, causata magari dal nostro semplice passaggio con una bicicletta.

    (altro…)

    Share
    Read More
Share
UA-31736997-1