Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

  • Facciamoci crescere le ali

    On: 23 Giugno 2015
    In: sproloqui
    Views: 1651
     Like

    cascate di ouzud, maroccoDobbiamo costantemente buttarci giù dagli strapiombi e farci crescere le ali mentre precipitiamo.
    Kurt Vonnegut

    Ci sono frasi che aprono un mondo e questa è una.
    E mi dico, prova a vivere così: prendi un treno, un mattino, che va nella direzione opposta a quella consueta. Prova a vedere cosa succede se smetti di voler tutto sotto controllo. Molla i freni, improvvisa, metti via google maps e trova la strada annusandola. Sceglila non per la brevità o il poco traffico ma per la bellezza di uno scorcio, per il modo in cui ti fa sentire percorrerla, per come riesci ad accarezzare una curva.

    Incontra una sera gli amici e balla fino a notte fonda senza pensare alla sveglia del mattino, lascia la casa in disordine e vai a camminare in un bosco, sentiti libero, e spaventato, ma libero, come poteva esserlo il primo uomo sulla terra.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Dal sogno al cambiamento

    On: 4 Aprile 2014
    In: lettera
    Views: 3675
     Like
    panorama_gabiano (AL)

    C’è un attimo, dentro ai sogni che si fanno di notte, che una parte di te prende il sopravvento sul resto e decide il salto. Da un ponte, forse da una nuvola, a volte fuori dal letto o dentro un bacio.
    Lí si apre una strada -e franano le altre. Lì ciò che sei si reinventa, quello che non scegli di essere muore.

     

    Share
    Read More
  • Semi di fine estate

    On: 2 Ottobre 2013
    In: la mia vita e io
    Views: 2802
     Like
    progetti di fine estate
    Programmi per l’autunno.
    Come mi piace, quando le giornate cominciano ad accorciarsi e il verde intorno si scolora un po’, riempiendosi di sfumature, come mi piace in questi pomeriggi lenti e ancora tiepidi di fine estate, immaginare orizzonti nuovi, abitudini rinnovate, taccuini immacolati tutti da riempire. 

     

    Share
    Read More
  • Quando ti si incricca il chakra

    On: 20 Agosto 2012
    In: scienza&fantascienza
    Views: 6484
     1

    yogaCi sono due modi per interpretare un dolore fisico. Il primo modo è cercare la causa fisiologica o meccanica, il secondo è ricercarne l’origine emotiva.
    Il mio punto debole, da parecchi mesi a questa parte, è il dolore alla cervicale, con maggiore intensità sopra la scapola sinistra. Ho cominciato anche un trattamento di agopuntura, presto vorrei riprendere qualche seduta di fisioterapia, perché proprio mi girano le glorie, quando mi metto a fare qualcosa che comporti l’uso del braccio –ultimamente anche solo mangiare, per dirne una- e ‘sto dannato fastidio si riaccende malevolo.

    (altro…)

    Share
    Read More
Share
UA-31736997-1