Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

  • La prima volta che…

    On: 23 Luglio 2014
    In: ospiti
    Views: 10404
     Like
    la prima volta

    Questo post ce lo regala la mia amica Barbara Lamhita Motolese* (grazie!)

     

    La vita dei bambini è piena di prime volte, forse è per questo che sono pieni di entusiasmo.
    C’è una seggiovia a Prali che sale fino a 2000 metri, una seggiovia come tante, che per noi per un giorno è stata LA seggiovia, quella della prima volta sulla seggiovia, la prima volta che i tuoi figli volano su un seggiolino piccolo e li tieni stretti perchè la vita non ti è mai sembrata così piena di pericoli come da quando sei diventato un genitore. Un’altra prima volta, un altro momento di entusiasmo vissuto insieme, tra non molto comincerà a viverle da solo le grandi emozioni ma per ora è ancora tuo il viso che cerca spalancando gli occhi per dirti quanto è alta questa seggiovia, quanto è bello quell’albero, quanti fiori ci sono su quel prato.

     

    Un’altra prima volta, una delle tante.
    A 3 giorni di vita ha sentito l’aria sulla pelle per la prima volta, dormiva ma ha avuto un leggero tremito, avra’ freddo?
    Ad un mese ha riso per la prima volta, non sapeva cos’era, ma gli è piaciuto, tutto ad un tratto emetteva questi buffi suoni e tutti si giravano a guardarlo sorridendo.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Lo senti questo rumore di mondo che si spacca?

    On: 21 Luglio 2014
    In: sproloqui
    Views: 2957
     Like
    temporale in arrivo

     

    -Lo senti questo rumore di mondo che si spacca?
    -Sì, lo sento.
    -È il temporale. Da tanto non ne venivano di così forti. Ci sono lampi che illuminano la stanza come se arrivasse di colpo il mattino. E i tuoni sono cavalli al galoppo in soffitta.
    -Non ho paura.
    -Meglio così. Perché, vedi, ogni temporale è una storia. Basta poco per starla ad ascoltare. Basta spegnere la televisione e tutte le luci. Può restare accesa un candela, se vuoi, ma lontana dalla finestra. Poi scostiamo le tende e ci sediamo qui per terra. Vicini. E stiamo zitti. Guardiamo le forme che fa la pioggia.
    -Sembrano tanti fili sottili…

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Il risveglio lento del mostro a tre cuori

    On: 18 Luglio 2014
    In: la mia vita e io
    Views: 1092
     Like
    tre cuoriAlba.
    Tra le tende filtra luce tenue d’estate.
    Mi giro dall’altra parte. Qualche ora dopo riapro un occhio. E’ sabato e la sveglia finalmente tace. Mi sgroviglio dal groviglio di corpi e mi accorgo di avere sei braccia e sei gambe. Tutte piuttosto corte.
    Siamo tre e piccoli nel lettone, tra le lenzuola cuori addormentati, sulle nostre teste nuvole vibranti dei sogni interrotti del mattino.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Notti di magia nel bosco

    On: 7 Luglio 2014
    In: la mia vita e io
    Views: 13295
     Like
    campeggio sul fiume

     

    Metti di campeggiare una notte in aperta campagna, sulla riva frondosa del Po, mentre lampi e tuoni ti girano intorno, danzando la loro danza.
    Molta gente intorno, diverse generazioni: dai bambini ai nonni. Si accende un fuoco, si montano le tende.
    Qualcuno arriva col fuoristrada, qualcuno a cavallo. Qualcuno parte alla ricerca di legna per alimentare il fuoco nella notte.
    Una notte incredibilmente piena di lucciole, come lo erano quelle della mia infanzia.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Ultimo giorno del primo anno

    On: 3 Luglio 2014
    In: lettera
    Views: 3049
     Like
    disegni

     

    “Mamma, guarda cosa ho pottato dall’asilo”.
    Eliandro mi indica una grossa borsa di carta, su cui campeggia un suo bel primo piano sorridente.
    Dentro: disegni, lavoretti. Il frutto di questo primo anno di scuola. Prima della materna che verrà a settembre, prima di tutto il percorso che sta per cominciare.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Se tu ti perderai, io ti troverò

    On: 5 Giugno 2014
    In: ospiti
    Views: 4125
     Like
    Iole. La balena mangiaparole

     

    Ho letto ai miei bambini “Iole. La balena mangiaparole” di Gioia Marchegiani.
    E’ la storia di una balena che mangia le parole che arrivano giù, in fondo al mare, e poi le intreccia per farne racconti e fiabe con cui intrattenere il pubblico pinnato dei fondali.
    La balena ruba le parole a un poeta che recita versi al mare, spargendoli dalla sua barchetta come semi fecondi.Alla fine, un gioco da fare insieme: Inventa una fiaba anche tu, ho detto a Lemuele.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Portare i bambini all’asilo: mi insegnate come si fa?

    On: 12 Maggio 2014
    In: la mia vita e io
    Views: 2623
     Like
    asiloPortare i bambini all’asilo: come si fa?
    Cioè, la teoria mi è chiara: li svegli bombardandoli di pizzichi e canzoncine che manco il  juke-box di Fonzie, li lavi e li vesti mentre si dimenano come triglie appena pescate, li convinci con un sapiente dosaggio di minacce velate e promesse mirabolanti a fare colazione, li issi in auto e si va.
    E fin qui.
    Share
    Read More
  • Bollettino medico e del cuore

    On: 23 Aprile 2014
    In: la mia vita e io
    Views: 3205
     Like
    bimbo in campagna

    Ricovero ospedaliero per:  safenectomia (addio vena varicosa)

     

    Prognosi: 1 mese, contrattato con il chirurgo a 3 settimane

     

    Prescrizione medica: stare sdraiata o camminare. No seduta, no ferma in piedi, no alzare pesi.

     

    Quello che mi sono immaginata: luunghe giornate solitarie passate alternando

    1. lettura/scrittura mollemente adagiata sul divano, portatile accucciato fedele al mio fianco, libri tutti intorno
    2. lunghe passeggiate tranquille nella mia campagna, salutata dalla natura che si sveglia (un po’ Biancaneve nel bosco, per dire, con trillo di uccellini e scoiattoli che fanno il girotondo, evidentemente ubriachi).

     

    Quello che è stato nella realtà: dopo il giorno numero 1 di ritorno dall’ospedale, per le successive due settimane, bambini a casa dall’asilo: uno o tutti e due. Causa tosse e bronchite acuta, accompagnata da laringospasmo notturno. Risultato: mamma con cardiopalma, oltre che zoppa.
    Share
    Read More
  • Vojo te

    On: 7 Aprile 2014
    In: la mia vita e io
    Views: 2419
     Like
    voyo te

    Voglio te.
    L’ho sentito in mille canzoni, ritornelli tritaneuroni che ti si insinuano in uno spazio imprecisato tra lobo frontale e lobo parietale, e non si lasciano ignorare. Naturalmente declinati in tutte le lingue/dialetti/idiomi del mondo.

     

    Voglio te.
    Me lo ha detto un compagno di classe alle elementari, senza troppa convinzione, al momento di costituire la squadra di pallavolo nell’ora di ginnastica.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Il gioco delle emozioni

    On: 14 Marzo 2014
    In: la mia vita e io
    Views: 2239
     Like
    bimbo con il Didò

     

    Stiamo impastando il Didò, Lemuele e io, in un pomeriggio dopo l’asilo. Lo faccio chiacchierare a ruota libera. Lui scantona senza limiti, come tutti i bambini della sua età. Esce dal seminato, inventa, mi stupisce, canta, ridacchia, dice cose sceme per farmi ridere. Come tutte le volte che ci mettiamo a chiacchierare a tu per tu.

     

    Io lo seguo: invento, improvviso. A un certo punto gli domando:
    Lemuele, da dove viene la felicità?
    “Dal baule. Sta lì e urla”
    “E la tristezza?”
    “Anche lei dal baule”
    “E cosa fa?”
    “La tristezza sgrida”
    “E che mi dici dell’allegria?”
    Risata. “L’allegria è dentro la bottiglia che gioca” (ehm, eppure non dovrebbe avermi mai vista su di giri dopo un paio di bicchieri di vino…).
    Share
    Read More
Share
UA-31736997-1