Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

  • Liberiamo un sogno (che ci costa?)

    On: 29 Settembre 2014
    In: scienza&fantascienza
    Views: 6750
     Like
    liberiamo un sogno

     

    Dicono che se desideri qualcosa con ogni cellula che abita il tuo corpo, quella cosa, gira e rigira, l’acchiappi.
    Dicono che se ogni parte di te – comprese le bistrattate doppie punte e le trascurate pellicine intorno alle unghie minori –  se ogni parte di te, dicevo, si muove in una direzione, alla fine la tua orma su quella spiaggia di sogno la lasci. Dicono.

     

    Ho letto che devi stare attento a quello che sogni, perché finisce che i sogni s’avverano e se sei stato meno che attento o poco preciso, nell’esprimere un desiderio, il Genio della Lampada senza volere ti fa un dispetto.

     

    Tocca concentrarsi, allora, non basta scovare un quadrifoglio nel prato. Il mio sogno più grande è sempre stato di avere una famiglia. Ne ho una bellissima, più bella di come io l’abbia mai immaginata. Ora, oltre a coltivarla ogni giorno per mantenerla così splendidamente splendente, capita che mi si sia liberato un posticino, nel giardino di desideri, e ne siano sbocciati un paio, che se ne stanno lì tremuli, incerti e – spero – germoglianti.
    Li vedete anche voi?

    (altro…)

    Share
    Read More
  • 12 modi + 1 per favorire la creatività

    On: 22 Settembre 2014
    In: scienza&fantascienza
    Views: 7062
     Like
    creativitàPoche cose, per me, sono salvifiche quanto la creatività.
    Creare è la misura dell’essere umani, un’attitudine che ci eleva e rende la mente più libera e rilassata. E’ una forma di meditazione, alle volte una preghiera. E’ imparare a sentirsi, a cercare dentro e allo stesso tempo a guardarci intorno.
    Insomma, per me, la salvezza.
    Si può creare in mille modi diversi, quello che mi è più congeniale è la scrittura, ma vanno bene anche i lavoretti coi bambini.
    Fatto sta che alle volte la vena creativa si ostruisce e il flusso pare bloccato. Come fare per liberarci dei grumi e riprendere a fluire?
    Ecco qualche suggerimento.

     

    1) Ascoltare una bella musica. Magari ballarci su. In genere aiuta parecchio. (Io mentre scrivo sto ascoltando una raccolta di Lucio Dalla). Oppure, per i più romantici, qui è possibile lasciarsi ispirare dal rumore della pioggia: http://www.rainymood.com/

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Hanno ragione loro

    On: 8 Settembre 2014
    In: scienza&fantascienza
    Views: 2584
     Like
    sai che domani ho giocato al pirata?

    Capita che i miei figli – come credo tutti i bambini – dicano cose all’apparenza sconclusionate. Poi, spesso, ci rifletto su e mi dico Ma vuoi vedere che hanno ragione loro?
    Ad esempio:

    La sera bisogna giocare alla lotta.
    Perché vuoi tanto male alla mamma, mi viene da dire, la tua mamma che ti vuole così bene. E invece no: siamo tutto il giorno lontani? E allora la sera si deve giocare a quello che piace a loro. Se trovano irresistibile l’idea di saltare sulle mie rotule e usare i miei capelli come liane, devo solo insegnargli un modo più civile (e meno invalidante) di farlo.

    Mamma, il buio fa paura.
    Da neonati avrei potuto abbandonarli nel bosco di notte che non avrebbero fatto una piega. Non si rendevano conto di nulla, è vero, ma non sarà che li contagiamo con l’ansia di avere tutto sotto controllo? E ciò che non si vede, si sa, non si governa.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Loro e noi: questione di zeri

    On: 9 Giugno 2014
    In: scienza&fantascienza, viaggi
    Views: 3297
     Like
    loro

     

    Quest’inverno siamo stati tre giorni a Cervinia. Federico ha scelto questa meta perché abbiano una coppia di cari amici che vivono qui e ci hanno trovato un appartamento a poco. Mi sono resa conto, molto velocemente, che la maggior parte delle persone che ci sono qui in giro sono piuttosto diverse da noi.
    La differenza sostanziale sta nel numero di zeri tra il loro conto in banca e il nostro.
    Da cui una serie di differenze a cascata nell’approccio all’esistenza. Eccome alcune.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • La lezione del barista. Ahó

    On: 7 Marzo 2014
    In: scienza&fantascienza
    Views: 2362
     Like
    barista

     

    Prendi un barista di Roma, trapiantalo in una rinomata località sciistica valdostana.
    Entra nel suo locale un paio di giorni dopo l’epifania, quando la folla di turisti ha appena girato l’angolo per tornare alle normali occupazioni. Entraci verso le dieci, quando il bar è deserto e osa chiedergli un panino al salame.

     

    La risposta che otterrai è implacabile: “No guarda, se me metto a cuciná a quest’ora del mattino poi me fanno morí. Se proprio vuoi ce stanno le briòche“.
    A quel punto, colto di sorpresa da tanta sicumera e quasi convinto di avergli effettivamente fatto un orribile sgarbo, mentre mestamente ti interroghi tra te e te sui confusi concetti di “cucinare” e di “quest’ora del mattino”, ti avvicini al bancone e timidamente afferri la prima pasta che ti capita a tiro, per non disturbare ulteriormente il barista con altre domande inopportune.
    Share
    Read More
  • Dell’invidia del pancione

    On: 17 Gennaio 2014
    In: scienza&fantascienza, sproloqui
    Views: 4945
     Like
    incinta

     

    Son fatta strana. Ogni volta che sento di un’amica incinta provo un senso di commozione misto a invidia buona.
    Con tutto che dei due parti che ho avuto uno è stato un incubo (ed era quello riuscito meglio) e il post parto, di conseguenza, non è stato proprio una passegiata di salute.
    Eppure mi piaceva così tanto indossare quel pancione, pure così ingombrante, alla fine, accentratore al punto di attirare tutti gli sguardi e dirottare ogni discussione su di sé e sulle sue promesse. Faticoso da farmi arrivare a sera senza fiato né energie che mi permettessero qualcosa in più che prendere la mira e abbandonarmi sul letto, fino a farmi inglobare dal materasso.

     

    Share
    Read More
  • Macchie su pezzo di legno – Arte (ehm) estemporanea

    On: 15 Gennaio 2014
    In: la mia vita e io, scienza&fantascienza
    Views: 1804
     Like
    life is creativity
    Non sono capace di disegnare. Non riesco a ritrarre a mano libera nemmeno un fiore stereotipato e ho il senso della prospettiva poco più che monodimensionale. A dire il vero, è probabile che avrei problemi anche a stare nei bordi colorando un album per bambini.
    Share
    Read More
  • Sogni in barattolo

    On: 6 Gennaio 2014
    In: scienza&fantascienza
    Views: 3172
     Like
    sogni in barattoloEh niente.
    La compilazione di liste di intenti, desideri e buoni propositi mi tenta più del cioccolatino dopo il caffè. Allora inutile tentare di opporre resistenza, ecco quello che mi auguro /propongo per il 2014.
    Share
    Read More
  • La mia posizione sul co-sleeping. O del tetris notturno

    On: 18 Dicembre 2013
    In: scienza&fantascienza, sproloqui
    Views: 4419
     Like
    co-spleepingEtciú
    Cauf cauf
    Mamma, acqua…
    Fede, vai tu? Mi sono appena alzata per portare Lemuele in bagno
    Ahi, spostiti!
    Cauf cauf
    Mammaaaa!…. Detto no..
    Che succede?
    Niente, parla nel sonno
    Cauf cauf.

     

    Questo, grossomodo, è il canovaccio dei versi  dialoghi notturni che si svolgono ultimamente nella nostra camera da letto.
    Ebbene sì, sono una sostenitrice più o meno inconsapevole del co-sleeping. Tradotto nella spiegazione di molto più prosaica del mio fidanzato, mi sono fatta fregare. Sì perché secondo la sua – opinabilissima- versione dei fatti, ho disabituato Eliandro al suo lettino per trasferirlo nella nostra stanza.
    Share
    Read More
  • La crisi vista da lontano

    On: 6 Novembre 2013
    In: scienza&fantascienza
    Views: 2452
     Like
    bbodo_isladelobos_A volte allontanandosi dal luogo in cui si vive si vede meglio, paradossalmente, la sua situazione. Mi è capitato durante questa vacanza alle Canarie; ripensando agli italiani che ho incontrato e ho fatto caso al fil rouge che lega i loro racconti (perché comunque siamo italiani e la favella non ci manca).
    La prima coppia l’ho incontrata il secondo giorno sull’isola. Eravamo tutti al parcogiochi a seguire le evoluzioni folli degli intrepidi e lei (peraltro una delle donne più belle che abbia mai visto) mi ha raccontato le loro vicende: imprenditori milanesi, hanno definitivamente detto addio, da un paio di mesi, a questa Italia che li ha disamorati e dissanguati e hanno deciso di tentare la suerte a Lanzarote. Mica facile, con un bimbo poco più che treenne che la sera lo piglia la nostalgia della sua stanzetta.

     

    Share
    Read More
Share
UA-31736997-1