Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Istanti rubati a #febbraio (e 24 ore regalate)

On: 2 Marzo 2016
In: istanti rubati, la mia vita e io
Views: 1512
 Like
feb5Febbraio ha avuto una possibilità in più quest’anno: un giorno intero per dimostrarsi buono. Come impiegare le 24 ore regalate?
Si potrebbe spiegare le ali e sputare lingue di fuoco accendendo il cielo di tramonti o sfruttare la bat-ragnatele per starsene appesi a testa in giù: nel mondo alla rovescia l’amore è ricambiato dal primo sguardo, il fritto misto è salutare come la curcuma e si prepara veloce come il saikebòn, e tutti possono scegliere esattamente dove abitare e con chi. Che detto così pare facile, e invece.

 

Che poi diciamocelo, il mondo dritto è proprio strano:
“Sai cosa mi ha detto il mio amico? Che sua mamma e suo papà si baciano sulla bocca”
“È normale, vedrai che anche tu quando avrai una fidanzata…”
“Mamma, te l’ho già detto: io non vojo fare il fidanzato, vojo fare il muratore di mattoni!”
feb2feb4In un giorno regalato sarebbe bello far crescere qualcosa o qualcuno: un progetto, un paio d’ali, una treccia alla Rapunzel, un ghiro dentro una tana di vetro, un fiore nuovo spuntato in giardino.
Fai che sia terra il tuo cuore
e la speranza un seme
la terra si annaffia e non si spreme,
come l’amore.

feb1Ventiquattro ore sono abbastanza per diventare supereroi.
Che non ci vuole chissà che, solo allungare una mano dove altri hanno seminato bombe. Per esempio.
La solidarietà è l’unico investimento che non fallisce mai.
(Henry David Thoreau)
feb3Nelle ore di luce si potrebbe andare nel bosco a cercare un primula, in quelle di notte sarebbe bello, perfino giusto, prendere un foglio e gettarci sopra manciate di parole d’amore. Se si è fortunati fioriranno insieme e il profumo riempirà la stanza, profumo di terra umida e inchiostro.
feb6Un giorno regalato che sia sempre di festa, fiammelle soffiate con un albero di bambini sopra la testa, un desiderio desiderato insieme che ha la forza di milioni di candele.
Basta poi tenere a mente che non esiste giorno che non sia un presente,
dove la parola sta per regalo ma anche per adesso, l’unica cosa che sia davvero di nostro possesso.
Share
Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1