Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

  • Istanti rubati a #giugno2015 (speciale Santiago)

    On: 20 Luglio 2015
    In: istanti rubati, viaggi
    Views: 1663
     1

    Il Cammino di SantiagoGiugno ha avuto dentro diverse cose: la fine di un altro anno di asilo, un principio d’estate, un concerto di Vasco, una Settimana Ragazzi in maneggio. Per dirne qualcuna.
    Ma questo post sarà un collage di attimi dal Cammino di Santiago. Non sono foto di qualità (del resto non sono fotografa né tanto meno di qualità) ma hanno di bello il modo in cui sono state fatte, sul passo delle vie galiziane. Mano al marsupio e scatto. Sono immagini di passaggio, senza rallentare, senza nulla concedere alla posa, al fuoco, al dettaglio. Sono foto che camminano. Così quando le guardo, ora o tra dieci anni, ritrovo la fatica, il sudore, il desiderio di fermarsi a riposare e la necessità di andare, per non perdere il ritmo.

    Il Cammino di SantiagoIl Cammino di Santiago

    Ci ritrovo un attimo di tregua tra i riflessi di un ruscello gelido che gonfia il ventre ombroso e accogliente di un bosco, ci trovo le luci al tramonto di un paese che ci stava aspettano -in quell’ora precisa che i suoi muri di pietra si fanno gialli contro un cielo il bilico tra azzurro e blu. E dalle stradine di fianco alla piazza arrivano bambini -pallone incollato al piede- seguiti da greggi di schiamazzi spagnoli.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Il mio cammino di Santiago – Bignami

    On: 30 Giugno 2015
    In: la mia vita e io, viaggi
    Views: 1937
     2

    cammino di santiago, fisterra Non sono venute risposte, durante il Cammino di Santiago, e nemmeno le domande. Solo qualche conferma e molti semi di riflessione, che sento muoversi nella terra fonda, mentre non ci faccio caso, e ci saranno i giorni per bucare la crosta di fango che li divide dal giorno.

    E’ stato un viaggio condensato, troppo breve per entrare davvero nello spirito del cammino, per allontanarsi con onestà dalla prova fisica. Ma lungo abbastanza per vedere che mi piace: mettere un passo avanti all’altro forzando gambe e fiato, forzando i piedi a posarsi dritti, le ginocchia a non cedere, i pensieri a non contare i chilometri di mezzo tra te e un punto d’appoggio.

    Ho capito che i dolori e la fatica sono ondivaghi, e quando credi di essere al limite il corpo risponde, a sorpresa, con un passo. E un altro ancora.
    Ho visto che anche sulla strada per la bella Santiago, mentre ti sforzi di purificare la pelle in tossine e sudare via i ricordi che fanno zavorra, anche lì t’incazzi se il cielo si addensa in pioggia, o se un cane di passaggio, vagabondo quanto te, s’ingoia il sacchetto di cibo messo via per pranzo. Poi ci ridi. Dopo, quando avrai la pancia piena.

    Capisci che anche lì c’è chi allestisce la solita sfida tra sé e una pletora di avversari immaginari e sciorina chilometri e tempi di percorrenza, come alle corse campestri che da ragazza odiavo e che mi costringevano a fare, non certo per la potenza della falcata ma per l’ostinazione di arrivare al fondo.
    E anche lì c’è chi parte capace di non tornare, folle d’entusiasmo e di santa incoerenza, alla ricerca dei pezzi di un puzzle che prima o dopo, per qualche strada, in qualche vita, combaceranno per forza. (altro…)

    Share
    Read More
  • Lezioni sull’isola #2 – Fiducia e poesia

    On: 24 Febbraio 2014
    In: viaggi
    Views: 1698
     Like
    fuerteventura_corralejo
    Dicevamo di quello che mi ha sussurrato all’orecchio quest’isola brulla.
    A dire il vero, la terza lezione me l’ha gridata con una certa prepotenza, guardate un po’.

     

    Share
    Read More
  • Lezioni sull’isola #1 – Relax e la pazienza del bruco

    On: 17 Febbraio 2014
    In: viaggi
    Views: 2700
     Like
    fuerteventura_farfalla

    Devo aver già scritto da qualche parte che ogni viaggio insegna qualcosa. Quest’ultimo a Fuerteventura non ha fatto eccezione. Così, mentre ero là, ho cercato di appuntarmi le cose interessanti che ho notato. Che per la verità sono concetti semplici, rintracciabili con facilità nella vita di ogni giorno. Ma si sa che da lontano è più facile mettere a fuoco l’obiettivo. 
    Share
    Read More
  • Mentre cammino, mi spoglio

    On: 11 Novembre 2013
    In: sproloqui, viaggi
    Views: 7504
     Like
    spiaggia cofete a fuerteventuraCe lo ha spiegato anche Coelho. Affrontare un viaggio è come rinascere. È vedere le cose con occhi bambini, non capire la lingua che usano coloro che ci stanno intorno. È doversela cavare, avventurarsi, scavare, librarsi. 
    Per me viaggiare è partire alla ricerca di segni. Piccole tracce, nascoste nel mondo, che mi riportano a ciò che sono. A quello che sapevo ma che ho dimenticato. È trovare ben, nascoste, tra le pieghe delle cose, qualche presagio sussurrato delle strade che sceglierò.

     

    Share
    Read More
  • Toto Fuerteventura (così comincia l’avventura)

    On: 7 Ottobre 2013
    In: la mia vita e io
    Views: 1852
     Like
    ciao ciao noi si vaNelle ultime due settimane, sul piatto della bilancia si sono stati: da una parte malanni miei e dei bimbi, dall’altro il viaggio a Fuerteventura.
    Da una parte: preoccupazione di ricadute varie che nessuno di noi si è fatto mancare, in un coro alternato di tosse, starnuti e sibili polmonari. Dall’altra: la voglia e il bisogno di staccare la spina, acchiappando in corsa il volo (prenotato, con cieco ottimismo, a gennaio).
    Da una parte l’attesa del verdetto della pediatra, dall’altra il richiamo di spiagge bianche e tuffi nell’oceano (e no in questo acquario d’umidità in questa parte di mondo).
    Share
    Read More
  • Heidi, la neve, il mal di testa

    On: 18 Febbraio 2013
    In: la mia vita e io
    Views: 3264
     Like

    bimbi e neve alla finestraTutto è cominciato domenica scorsa con un’emicrania che non ricordavo dall’epoca delle ciucche stellari durante le vacanzae in Spagna. Quelle che capitano dentro una sera di sangria e te le smaltisci in una tre giorni di acqua naturale.
    A dire il vero è cominciato un poco prima, con un’influenza trascurata (in perfetto Fioly-style, direbbe mio padre). Comunque ho pensato di impazzire, domenica, nel lasso di tempo in cui l’antidolorifico ha fatto effetto, io che mi vanto da sempre di non sapere nemmeno cosa siano, gli antidolorifici. Ecco qui la punizione. (altro…)

    Share
    Read More
  • Emergency, un video e i mulini a vento

    On: 19 Dicembre 2012
    In: ospiti
    Views: 1958
     Like

    emergencyCosa facevo nel 1994? Mi diplomavo, mi fidanzavo, partivo per le vacanze spagnole. Così mentre io ripetevo nomi e dati di storia contemporanea, flirtavo col primo grande amore e mi ubriacavo di cerveza a Torredembarra, un gruppo di volenterosi guidati dal finto burbero Gino Strada fondava Emergency, nata per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà. Hai detto niente.

    (altro…)

    Share
    Read More
Share
UA-31736997-1