Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

  • L’avventura vera è a Borghetto Santo Spirito

    On: 17 Settembre 2014
    In: foto, la mia vita e io, viaggi
    Views: 6908
     Like
    borghetto santo spirito

     

    Negli allenamenti per i marines io proporrei di includere almeno un paio di settimane al mare con bambini dai quattro anni in giù. Fortificano il corpo, lo spirito e -se ne esci intatto- la psiche.
    Se poi almeno uno terremoti è in fase spannolinamento, sei pronto per la promozione.

     

    Noi il nostro addestramento lo abbiamo fatto nella ridente Riviera ligure, in un appartamento tra Borghetto Santo Spirito e Loano, suddividendo coscienziosamente le giornate tra casa e spiaggia. E giostre.
    Arrivavo al letto, certe sere -naturalmente invaso dai due monelli disposti a tetris- che non ero nemmeno più sicura di come mi chiamassi.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Un cavallo per amico

    On: 14 Settembre 2014
    In: lettera
    Views: 6719
     1
    champy

     

    Ho avuto un cavallo per amico. Che veramente era una cavalla.
    Quando frequentavo il maneggio parecchi anni fa, molto prima di fidanzarmi con il suo proprietario, vederla vagabondare libera intorno a casa, è stata una delle cose che mi ha fatta innamorare di quello che poi sarebbe diventato il luogo che abito.
    Potevi arrivare a qualsiasi ora del giorno e della notte e la trovavi lì, intenta a brucare nel prato accanto al portico. Tranquilla e placida, come un cane fedele che ti aspetta a ogni ritorno.

     

    Perché lei, a differenza degli altri quadrupedi residenti al Pom Granin, aveva i privilegi che vengono dalla vecchiaia e da anni di onorato servizio. Ne aveva portati a centinaia, di grandi e piccini sulla sua groppa.
    Così, negli ultimi anni, poteva girare dove voleva, ficcanasare dappertutto, e capitava spesso che si sgranocchiasse le pagnotte -servendosi direttamente dal pacchetto- che avevi distrattamente dimenticato sul tavolo in cortile.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Se mi scrivesse mia madre

    On: 24 Agosto 2014
    In: lettera
    Views: 3931
     2
    spiaggia corralejo

     

    Se mi scrivesse mia madre comincerebbe come sempre: Bambina mia.

     

    Se mi scrivesse mia madre
    sarebbe lei più giovane di me,
    nell’età incerta che non ha più bisogno
    di calendari.

     

    Mi direbbe che ho fatto cose buone,
    che anche gli errori lo sono,
    perché segnano la strada
    marcando lo strapiombo.
    Mi direbbe di non temere
    le lacrime
    che sciacquano il sale
    dalle ferite.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Cuore di pane

    On: 11 Agosto 2014
    In: lettera, sproloqui
    Views: 2659
     Like
    cuore di pane
    Ho cucinato per te.
    Non capita spesso, ma quando lo faccio, lo faccio con cura.
    Doso gli ingredienti con pazienza, come se ogni grammo di troppo dovesse pesarti sul cuore.
    Come se ogni grammo di meno ti togliesse energia per arrivare al tuo sogno migliore.

     

    Ho cucinato con cura.
    Con mani di grano e pensieri di farina.
    Ho usato il burro per sciogliere i passi che ti condurranno a me,
    il sale per portarti al mare.
    Lievito per farti grande nei miei pensieri,
    uova per evocare la perfezione curva della rinascita.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Lo senti questo rumore di mondo che si spacca?

    On: 21 Luglio 2014
    In: sproloqui
    Views: 3227
     Like
    temporale in arrivo

     

    -Lo senti questo rumore di mondo che si spacca?
    -Sì, lo sento.
    -È il temporale. Da tanto non ne venivano di così forti. Ci sono lampi che illuminano la stanza come se arrivasse di colpo il mattino. E i tuoni sono cavalli al galoppo in soffitta.
    -Non ho paura.
    -Meglio così. Perché, vedi, ogni temporale è una storia. Basta poco per starla ad ascoltare. Basta spegnere la televisione e tutte le luci. Può restare accesa un candela, se vuoi, ma lontana dalla finestra. Poi scostiamo le tende e ci sediamo qui per terra. Vicini. E stiamo zitti. Guardiamo le forme che fa la pioggia.
    -Sembrano tanti fili sottili…

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Il risveglio lento del mostro a tre cuori

    On: 18 Luglio 2014
    In: la mia vita e io
    Views: 1279
     Like
    tre cuoriAlba.
    Tra le tende filtra luce tenue d’estate.
    Mi giro dall’altra parte. Qualche ora dopo riapro un occhio. E’ sabato e la sveglia finalmente tace. Mi sgroviglio dal groviglio di corpi e mi accorgo di avere sei braccia e sei gambe. Tutte piuttosto corte.
    Siamo tre e piccoli nel lettone, tra le lenzuola cuori addormentati, sulle nostre teste nuvole vibranti dei sogni interrotti del mattino.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Ultimo giorno del primo anno

    On: 3 Luglio 2014
    In: lettera
    Views: 3373
     Like
    disegni

     

    “Mamma, guarda cosa ho pottato dall’asilo”.
    Eliandro mi indica una grossa borsa di carta, su cui campeggia un suo bel primo piano sorridente.
    Dentro: disegni, lavoretti. Il frutto di questo primo anno di scuola. Prima della materna che verrà a settembre, prima di tutto il percorso che sta per cominciare.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Durante una cena, la fine di un amore

    On: 23 Giugno 2014
    In: il progetto
    Views: 3437
     Like
    questo_restaAnche se non ne parlo da un po’, il Progetto è vivo e vegeto e non demorde.
    Eccone uno stralcio, se vi va. Durante una cena, la fine di un amore. Un amore lungo e consumato, ma radicato in fondo.

     

    Quando ci siamo accorti che il cd in sottofondo era ricominciato per la seconda volta e che avevamo già speso tutte le frasi fatte e i luoghi comuni sul tempo e le stagioni, Tancredi ha fatto la domanda che avrebbe dato la svolta: Che ne dici di accendere la tv?
    Tancredi significa buon consigliere e quella volta mi aveva davvero regalato, a sua insaputa, lo spunto definitivo.
    Insieme all’interruttore del televisore si è accesa nella mia testa la luce. Sono rimasta un po’ così, con i risultati sportivi in sottofondo e il ticchettio delle forchette amplificato dai nostri silenzi, e poi l’ho detto: “Tancredi, tra noi è finita”.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Se tu ti perderai, io ti troverò

    On: 5 Giugno 2014
    In: ospiti
    Views: 4592
     1
    Iole. La balena mangiaparole

     

    Ho letto ai miei bambini “Iole. La balena mangiaparole” di Gioia Marchegiani.
    E’ la storia di una balena che mangia le parole che arrivano giù, in fondo al mare, e poi le intreccia per farne racconti e fiabe con cui intrattenere il pubblico pinnato dei fondali.
    La balena ruba le parole a un poeta che recita versi al mare, spargendoli dalla sua barchetta come semi fecondi.Alla fine, un gioco da fare insieme: Inventa una fiaba anche tu, ho detto a Lemuele.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Se mi scrivessi una lettera

    On: 3 Giugno 2014
    In: sproloqui
    Views: 2574
     1
    semiscrivessiSe mi scrivessi una lettera comincerebbe così: è da tanto che non ci sentiamo.
    Se mi scrivessi una lettera vorrei sapere come sto, esattamente. Dietro i giorni a correre dietro ad appuntamenti, a riempire le strade di passi, a depennare voci da elenchi di cose da fare. 

    Mi chiederei cosa sogno la notte, quali colori ritrovo al mattino quando spalanco la porta di casa, quale viaggio sto tratteggiando sulla mappa segreta che tengo nella tasca del giaccone.

    Mi chiederei quale canzone mi saltella in testa mentre sovrappensiero salgo sul treno in stazione, quale paio di scarpe vorrei comprare per andare a prendere a calci un cattivo pensiero che la notte mi viene a svegliare.
    Mi chiederei come mi pettinerò per andare a ballare sulla vita, una sera di queste che non ho nulla da fare.

    (altro…)

    Share
    Read More
Share
UA-31736997-1