Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

  • Fioriture

    On: 16 Giugno 2015
    In: sproloqui
    Views: 1595
     Like

    fioritureForse verranno giorni che sarà facile piantare un rosmarino, o un fiore, e sedergli a fianco per vederlo sbocciare.

    Forse ci vorrà impegno a infilare le scarpe e a sopportare il silenzio di un pomeriggio spiato dall’angolo di una tenda tirata, o dalla panca solitaria vicino al muro scrostato di casa.

    Forse mancherà il vociare intorno, quello che adesso ti stanca, la corsa dietro un treno che inciampa in tutte le stazioni, arrivare a sera stanchi, con borse gonfie e agende ingombranti.

    Forse delle notti la malinconia ruggirà come il lupo da cui un tempo proteggevi i pensieri dei figli, facendo delle tue braccia un nido, delle parole un porto.
    (altro…)

    Share
    Read More
  • Pensieri d’inverno

    On: 12 Febbraio 2015
    In: sproloqui
    Views: 4740
     Like
    neve alla finestra

    La tenacia del fuoco a disfare la legna.
    La schiena del gatto contro il vetro alla finestra.
    Neve pesa sui rami, luce diafana scandisce il cielo.

     

    Ascolto il mondo che rimbomba nel petto e covo pensieri che a primavera bucheranno la terra. Spulcio ricordi e li specchio nelle fiamme gentili del camino, mentre fuori tutto si muove con la stessa illusoria lentezza.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Esco scalza attraverso l’autunno

    On: 23 Ottobre 2014
    In: sproloqui
    Views: 1750
     Like
    bosco in autunno

    Esco scalza attraverso questo autunno che mi crocchia sotto i piedi. È un autunno nuovo, come nuova è la consapevolezza che mi serve concime per pensieri e una bussola che dia indicazioni di massima -là nasce il sole, là galleggia l’equatore- e non un rosario sgranato di nomi di strade, nomi di piazze, nomi di santi e di navigatori.

    Nuovo è il correttore per travestire le occhiaie da segni d’espressione, quelli che non t’invecchiano ma ti rendono interessante, nuova è la Lonely Planet che sta nella borsa e mi promette che parto presto, che c’è ancora tempo per immaginare, prima di salpare, c’è ancora tempo per costruire un’idea che anticipa il viaggio, ma che è già viaggio anche lei.

    È nuova, ma non più così tanto, questa soddisfazione quieta che mi sveglia il mattino e mi accompagna sul treno, dopo che ho lasciato un nido di corpi piccoli addormentati e gorgoglianti di sogni e attorcigliati tra le coperte e piume di cuscini e un braccio ancora allungato dove è rimasta la traccia della mia sagoma sprofondata sotto il lenzuolo.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Decluttering dell’anima mia

    On: 13 Ottobre 2014
    In: scienza&fantascienza
    Views: 2474
     Like
    mart di rovereto

    Anche la quotidianità ha bisogno di decluttering, per usare una parola che va di moda adesso.
    Dopo aver dimezzato armadi strabordanti minigonne poco indicate sopra i sedici anni e maglioni così sformati che non si userebbero nemmeno per stare in cucina il giorno che si rompe il riscaldamento; dopo aver ripulito le dispense da marmellate cristallizzate del pleistocene e avanzi di farine di grano saraceno del secolo in cui veniva macinato a braccia; dopo aver liberato le ceste dei giochi dei bambini -quasi pronti per le scuole elementari- dei sonaglini che masticavano prima dei denti da latte, allora sei pronto per quello che è necessario sul serio: per fare spazio dentro la tua testa e le tue giornate.
    E per me, l’autunno, è il periodo adatto da sempre.

    (altro…)

    Share
    Read More
  • Se fossi uomo

    On: 15 Novembre 2013
    In: sproloqui
    Views: 5070
     Like
    se fossi uomoSe rinascessi – e credo che succederà – vorrei rinascere donna. Perché mi sembra ti regali più libertà di espressione, di poter scegliere tra Dottor Martens e tacco 12, e che sia più semplice scoprire le proprie fragilità, senza nasconderle dietro pose severe.

     

    Vorrei però invecchiare da uomo. Per indossare le rughe senza troppi ceroni, per trovarmi con gli amici nei bar o nelle osterie, a perdermi in parole e nel viola del bicchiere.

     

    Share
    Read More
  • Perché sono stata via per un po’. E le cose che ho da dire

    On: 12 Settembre 2013
    In: sproloqui
    Views: 6423
     Like
    sole dietro le nuvoleE giorni come gli altri che tutto va bene, come sempre, o forse anche meglio perché sei in vacanza in montagna coi tuoi bambini.
    Poi un giorno va un pochino peggio perché ti senti stanca e misuri la febbre e la febbre c’è e sfanculi un po’, Porcavacca, proprio adesso che sono in vacanza e che dopo dobbiamo andare al mare, mai una volta durante l’anno, ‘ste rogne.
    Share
    Read More
Share
UA-31736997-1