Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

1.262.277.040 circa

On: 18 Aprile 2015
In: la mia vita e io, lettera
Views: 4329
 5
40 anni

Ho collezionato passi, sopra una strada ma più spesso intorno, nei prati, nei sentieri di bosco,  su vecchie mulattiere, solchi segnati ad aratro, trincee. Li ho fatti sulle mie gambe, in moto, auto, aereo, treno, barca,  cavallo, navicella di luna park. Li ho fatti di corsa, scalza, ballando, controvoglia, saltando o sputando fiato in salita.
Ho avuto notti accese di luci e luci popolate di ombre e cuori scalati e altri sbucciati come cipolle grosse e dure,  che fan lacrimare. Sono rimasta appoggiata al parapetto di sopra la vita, a guardare,  aspettando un segno per tornare a scalpitarci dentro.

Ho collezionato rughe e qualche macchia sulla pelle, un tatuaggio che è ancora ferita,  brufoli, tagli di capelli, sempre spettinati,  vestiti, stracci, scarpe – vecchi dottor Martens, tacchi altissimi, punte da ballerina, stivali da amazzone.
Il mio corpo è stato più magro,  più grasso,  più sodo,  ha avuto qualche taglio,  operazione,  sbucciatura,  anestesia e due pance piene di vita.

Ho conservato parole, non in ordine alfabetico ma di bellezza: croco viene prima di astrolabio,  malleolo viene prima di zazzera.  Ho collezionato ti amo e fanculo e resta e vai via. Alcune me le sono appuntate dove so che non scolorano più, su tutte c’è mamma, e accanto il mio nome.
Ho messo in fila oroscopi, previsioni,  notti ubriache con l’anima corazzata e il cuore in mutande,  concerti sotto il sole dritto come un fuso e la gola in fiamme,  momenti di vuoto così vuoto che hanno svuotato anche me.

Ho avuto stupori che m’hanno allagato gli occhi, dolori sciancati,  brividi di febbre e tenerezza, felicità furibonde come scrosci in agosto, certezze da reduce, conquiste da montanaro.

Ho ricevuto tanto che non lo saprò restituire nelle vite che verranno. Ho ripetuto grazie tante volte da perdere la voce.

Ho collezionato milioni di libri letti, uno scritto, due figli, un fidanzato, molti amori, due alberi piantati, a decine arrampicati.
Ho collezionato 40 anni di attimi (1.262.277.040 attimi in continuo aumento), alcuni durati niente, alcuni finiti mai.
Ho collezionato 40 anni di attimi e non sono stanca nemmeno un po’.

Il jolly è: auguri a me!

 

Share
Tags: , , , , ,

12 Responses to 1.262.277.040 circa

  1. […] stata la cena per il mio compleanno, che ogni anno viene in aprile, caparbio, al modo dei glicini fioriti pieni e delle prime zanzare […]

  2. Duda Tissa ha detto:

    Tantissimi auguri ad una vera artista

  3. ugo ha detto:

    ” I miei primi quarant’anni” in versione colta, appassionata, coinvolgente. Leggendo si rimpiange quasi di non essere stati li, invisibili, a vederli trascorrere.
    Domani comincio il libro.
    Auguri in ritardo.
    Sgua

  4. Murasaki ha detto:

    No ecco ma io il libro me l’ero perso… lo ammetto è da tanto che non passavo di qui, ma anche da tanti altri blog … sigh… mi ispira molto e se esiste in e-book lo prendo senz’altro!
    Intanto ti faccio gli auguri per i tuoi 40 anni!
    un abbraccio

  5. sandra ha detto:

    AUGURI AUGURI AUGURI A TE sei giovanissima!!! Ieri ho visto il tuo libro alla libreria Coop sotto casa nel banchetto novità che, per me. è il vero banco di prova. Eri accanto al grandioso Genovesi. Sono sincera: non l’ho preso perché lì non compro nulla, purtroppo sono campioni di antipatia, ma lo leggo di sicuro e poi torno a dirti com’è, ma sono sicura che sarà stupendo. Un compleanno con un jolly in più, quindi. Tantissima ammirazione per te che sei arrivata in punta di piedi a un editore Big. Bacione

    • Fioly ha detto:

      Grazie Sandra, davvero. Sono arrivata a un grande editore, è vero, ma è stata anche fortuna, o comunque l’essere al posto giusto al momento giusto. Grazie per gli auguri e aspetto di conoscere il tuo parere, di cui mi importa un bel po’. T’abbraccio

  6. mammamari ha detto:

    E hai creato questo bodò che in me fa riaffiorare parti nascoste, quelle che provocano un po’ fastidio, ma che aprono le porte alla libertà, al sentirsi in contatto con quelle parti più profonde e intime. Leggendoti ho legittimato il riaffiorare di desideri nascosti, dato voce a sentimenti che sconfinavano.
    Infinitamente grazie Favoly.
    Auguri intrisi di gioia e mille brindisi per te, fidanzato, figli, papà e persone che popolano il tuo cuore.

    • Fioly ha detto:

      Che auguri bellissimi, grazie! Felice che stiano conservati qui, dove posso rileggerli all’occorrenza. Infinitamente grazie a te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1