Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Un po’ di sogni e uno che s’avvera

On: 2 Marzo 2015
In: il progetto, la mia vita e io, ovunque tu sarai
Views: 8252
 Like
ovunque tu saraiNella vita fin qui ho avuto parecchi sogni. Un po’ come  tutti, credo.
Eccone alcuni in ordine sparso:

 

  • sposare Fonzie. Avevo circa cinque anni quando ho costretto mia nonna a scrivergli un’appassionata lettera d’amore sotto dettatura, dove lo pregavo di aspettare che crescessi per poter salire all’altare insieme. Sull’indirizzo ho messo Per il signor Fonzie, America.
    Mia nonna mi ha poi confessato di aver lanciato la missiva sopra l’alta credenza in cucina. Sospetto stia ancora là.
    Incredibile a dirsi, non ho mai ricevuto risposta.

 

  • avere tanti figli e una famiglia. Questo lo desidero da che ho memoria e non mi posso proprio lamentare del risultato. Non sono riuscita a emulare, per numero di componenti, la famiglia Bradford, ma anche in quattro facciamo un bel casino lo stesso.

 

  • ballare insieme a Heater Parisi. La sola cosa che avrei potuto fare insieme a lei è la spaccata. Per il resto, nonostante una dozzina di anni di danza classica e moderna, sono l’esempio vivente del fatto che il senso del ritmo NON è innato. Sfido ad analizzare il mio caso chiunque sostenga che si possa educare.

 

  • fare la rock star. Il problema di cui sopra mi ha un po’ frenata anche qui. Sono stonata in modo imbarazzante anche quando fischietto sotto la doccia. Ho provato per un po’ a suonare la chitarra, ma quando mi mettevo a fare gli esercizi impazziva pure il metronomo e si suicidava lanciandosi dal tavolo.
    Peccato, sono certa che sarei stata un perfetto animale da palco. (Sì, ptrobabilmente scimmia urlatrice).

 

  • girare il mondo. Sono indietro con il piano (sembrava più piccolo visto sull’atlante a scuola) ma forse sono ancora in tempo per recuperare un po’.

 

  • pubblicare un libro. Questo era un sogno tanto grande che per molto tempo non ci ho nemmeno provato (a cantare invece sì, per la gioia dei vicini di casa). Ma proprio perché era così grande, a un certo punto dentro il cassetto non ci è stato più. Forse con il tempo è lievitato come la pasta madre e si è preso uno spazio che non ho saputo più contenere. Così ho dovuto tirarlo fuori e guardarlo bene in faccia: ci siamo piaciuti e ha fatto tutto lui. O quasi.
Perché il libro l’ho scritto io, ma poi il sogno si è trovato una strada sua, se volete vi racconterò. Quello che conta è che ad aprile sarà nelle librerie (con Giunti Editore) e sarebbe bellissimo se arrivasse pure a casa di qualcuno di voi (anche tanti, non m’offendo).
Magari è la volta buona che si accorgono che sono la sosia perfetta di Mick Jagger e mi chiamano pure a fare Pechino Express.

 

Ah, si chiama Ovunque tu sarai, il libro.

 

Il jolly è: leggetelo, dai!
Lo trovate qui.

 

e se ci chiudono la porta dei sogni siamo già morti (cit.)
Share
Tags:

14 Responses to Un po’ di sogni e uno che s’avvera

  1. Duda Tissa ha detto:

    Evviva! Ma certo che lo leggerò! Lo aspettavo da tanto. Congratulazioni!!!!

  2. Alessandra ha detto:

    cara FIOLY credo di poter dire che conosco poche persone che si meritano tutte le cose belle che gli capitano e tu sei una di quelle. Sei come l’acqua che buca la roccia e la testimonianza di quanta serenità da’ fare quello in cui si crede…. forza e coraggio…. ps mi raccomando il look per la presentazione !!!! E soprattutto vorrei esserci !!!

    • Fioly ha detto:

      ah ah Ale se mai ci sarà una presentazione con il look dovrete proprio darmi una mano, mi sa!
      grazie, mi commuovi. davvero

  3. Cristian ha detto:

    Per la dedica sul libro io ti sono vicino vicino giusto un passo e mezzo di scrivania! Grande Fioly! Accetti suggerimenti per la copertina del secondo?

  4. cinzia d'alessandro ha detto:

    ci avrei scommesso…ed avrei vinto. Dovrai scrivermi una dedica nella prima pagina che mi rapirà..ne sono certa.
    Ad aprile sarò in fila …
    Brava Fioly

    • Fioly ha detto:

      non so dire per gli altri, ma per te, potrei scommettere che ce ne sarà una che ti ruberà una lacrima.
      mi dirai se avrò vinto 😉
      ti abbraccio!

  5. mammamari ha detto:

    Il mio mese preferito non poteva cominciare in maniera migliore!!! Complimenti Favoly, questo 2015 volevo incontrarti anche prima che saresti diventata famosa, testimone il mio post dei buoni propositi 2015 😉
    Adesso sogno il tuo libro con dedica e spero di accoglierti presto per una presentazione del libro a Varese.
    Ti abbraccio!!!!!

    • Fioly ha detto:

      ah ah, bè diciamo che famosa è una parola un tantino impegnativa… ma grazie di cuore, il tuo entusiasmo mi ha sempre fatto un gran gran bene. a presto, in un modo o nell’altro!

  6. Karen ha detto:

    finalmente!!!! Non sai quanto sono felice! Spero sia acquistabile su Amazon così potrò avere la mia copia, e prima o poi me la firmerai 🙂 Non vedo l’ora di averlo e di rileggerlo. Sono fierissima di te cugina 🙂 un bacione grande grande!

    • Fioly ha detto:

      grazie cuginetta! sì sì, lo troverai su Amazon e io allora non vedo l’ora di firmartelo ma solo perché vorrà dire che finalmente potremo passare un po’ di tempo insieme. ti stra-bacio!

  7. sandra ha detto:

    Ma porca miseria che bello! Un libro è un libro, ma Giunti è Giunti, un editore che tutti conoscono. So quanto sia dura per cui non posso che farti i complimenti di cuore, io lo compro sicuro sicuro e spero in qualche presentazione a Milano o al Salone di To. Altro da dire? Anch’io sapevo fare la spaccata solo quella. BELLA Lì FIOLY Sono proprio contenta, perchè i sogni lasciateceli sognare ma anche realizzare. VAI FIOLYYYYY sono contenta perchè tu scrivi bene, te l’ho sempre detto!

    • Fioly ha detto:

      grzie Sandra, ed è vero, mi hai sempre sostenuta anche se non ci conosciamo nemmeno. posso solo dirti grazie e sperare davvero di incontrarci, prima o dopo, di persona.
      un abbraccio!

Rispondi a sandra Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1