Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Istanti rubati a #gennaio2015

On: 9 Febbraio 2015
In: foto, istanti rubati, la mia vita e io
Views: 1952
 Like
abbraccio di bimbi

 

Gennaio è un mese adatto all’abbraccio. Scaccia via il freddo, illumina i giorni tirchi di luce.  A gennaio si sta senza distanze tra i corpi, in un appiccichio di pelle, per prendere esempio dalle bestiole nella tana, in letargo.
È sempre buona cosa prendere esempio dalla natura.

bimbi
bimbi

 

Questo inverno si è rotto il riscaldamento. Pareva una scocciatura bella e buona. E lo è stata fino a quando, in attesa di sistemare il danno, il primo del mese non si è fatto un buco nel muro e messa una stufa. Adesso, quando torno a casa la sera con il fuoco scoppiettante che si mostra attraverso il vetro, come mi piace pensare di arrivare a una baita in montagna. La nevicata, quel giorno, ha aiutato.

 

chamois
chamois

 

E a proposito di monti, è stato bello dare il benvenuto al 2015 da una schiena rocciosa. Anno nuovo, luce nuova.  Occhi e cuore ringraziano.

 

chamois

 

Con questo cielo tra i rami non si pensa alla crisi, alle tasse, ai treni che avanzano a capricci. Con un cielo così tra i rami ci si finge corvo o poiana, per salirci dentro.

 

Qui le stelle piovevano luce.

Cesare Pavese

 

chamois

 

Questo mi piace, immaginare una vita dietro una porta o un portone.  Immaginare le abitudini di chi brucia la legna accatastata davanti a una casa solitaria sul bordo di un prato.  Questo mi piace, figurarmi la vita qui, o in un altro posto, se fosse diversa, se non fosse la mia.

 

lanterne
lanterne

 

È stato un mese pieno di cose, lavoro, progetti, influenze.  Tra virus e piani per il futuro abbiamo acceso lanterne. Le abbiamo fatte salire sotto gli occhi straripanti di tanti bimbi, una notte in collina,  le abbiamo guardate confondersi con la notte e lasciare indietro una scia guizzante di luce.  Gli abbiano strizzato l’occhio mentre sbiadivano, loro complici dei nostri sogni segreti.

 

(Con gennaio,  è un anno di istanti rubati: ri-gennaio.  Così,  per dire che istanti sembrano innocui ma crescono in fretta.  E per dire grazie, che ci sono piaciuti).

 

Share
Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1