Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Pietre per stare bene

On: 6 Novembre 2014
In: la mia vita e io
Views: 1372
 Like
sul fiume

 

“Mamma, da grande vorrei fare il meccanico, per aggiustare macchine, moto e anche le bici. Però, se facessi il medico, per aggiustare le persone, vorrei curare i bambini. Gli darei medicine e molta acqua da bere, per stare bene. E gli darei anche tante pietre da buttare nell’acqua.”

 

Me lo ha detto Lemuele qualche giorno fa, un mattino che siamo andati sul fiume solo lui e io. Abbiamo pestato erba umida e poi siamo scesi a due passi dal Po, per una strada ripida dove lui mi diceva Vieni mamma, ti aiuto io. Ci siamo fermati accanto a un albero con le radici “grosse come serpenti”. Io cercavo pietre, lui le tuffava in acqua. Guardava i cerchi piccoli che inghiottono il sasso.
Ogni tanto disturbavo il gioco per farlo mettere in posa.

Abbiamo abbracciato il tronco, ci siamo seduti sui suoi piedi ritorti. Come è calma, l’acqua mi ha detto Lemuele. L’abbiamo guardata passare mentre mandava riverberi del sole compassionevole di ottobre.
“Ci sono anche gli uccelli viaggiatori”.
Sì, amore, chissà dove vanno, quando hanno finito la pesca sul fiume. Chissà dove andrai tu, con questo paio d’ali che ti vedo crescere a ogni respiro.

 

Siamo tornati a casa mano nella mano, con gli occhi pieni di piccole meraviglie.
Ho capito perché Lemuele, per far guarire i bambini, gli darebbe le pietre da gettare nel fiume.
Ho capito un’altra volta che loro, i bambini, sanno tutto e meglio molto prima di noi.

 

(“Però gli darei anche quella medicina schifosa e gli direi che è da bere tutta”)

 

Il jolly è: un mattino sul fiume.

 

Share
Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1