Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Liberiamo un sogno (che ci costa?)

On: 29 Settembre 2014
In: scienza&fantascienza
Views: 6607
 Like
liberiamo un sogno

 

Dicono che se desideri qualcosa con ogni cellula che abita il tuo corpo, quella cosa, gira e rigira, l’acchiappi.
Dicono che se ogni parte di te – comprese le bistrattate doppie punte e le trascurate pellicine intorno alle unghie minori –  se ogni parte di te, dicevo, si muove in una direzione, alla fine la tua orma su quella spiaggia di sogno la lasci. Dicono.

 

Ho letto che devi stare attento a quello che sogni, perché finisce che i sogni s’avverano e se sei stato meno che attento o poco preciso, nell’esprimere un desiderio, il Genio della Lampada senza volere ti fa un dispetto.

 

Tocca concentrarsi, allora, non basta scovare un quadrifoglio nel prato. Il mio sogno più grande è sempre stato di avere una famiglia. Ne ho una bellissima, più bella di come io l’abbia mai immaginata. Ora, oltre a coltivarla ogni giorno per mantenerla così splendidamente splendente, capita che mi si sia liberato un posticino, nel giardino di desideri, e ne siano sbocciati un paio, che se ne stanno lì tremuli, incerti e – spero – germoglianti.
Li vedete anche voi?

Cerco di dargli un nome e di non lasciarli senza nutrimento. Perché, lo scriverò sui muri, fa peccato chi non ha almeno un sogno nel cassetto. Anche una roba piccina che occupa lo spazio di un calzino spaiato: trattiamola con cura, perché se è lì qualcuno ce l’avrà messa.

 

Allora facciamo un gioco: diciamo che se oggi siete capitati qui è perché avete un desiderio da realizzare, come me. Quindi concentriamoci, come quando il giorno del compleanno si soffiano le candeline sulla torta, e uniamo le energie: facciamoli avverare e guardiamoli mentre ci vengono incontro con ali leggere.
Siete pronti per fare la magia?

 

Il jolly è : cre-der-ci

 

Share
Tags: , , , ,

2 Responses to Liberiamo un sogno (che ci costa?)

  1. sandra ha detto:

    Soffio e spero con te!
    ps. non ti ho detto che ho visto che eri finalista al concorso per scrittori pigri di Barbara Fiorio, scrittrice che ho conosciuto di persona, complimentoni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1