Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Sull’orlo di una notte di giugno

On: 25 Giugno 2014
In: la mia vita e io
Views: 1828
 Like
varengo

Una sera di giugno, Quelle lunghe, stiracchiata, che la luce naufraga via così lenta che quasi non t’accorgi: la scena cambia in dissolvenza. Una sera di quelle che andresti in giro in mutande, non fosse per le zanzare.
Una sera così siamo usciti tutti e quattro, dopo cena. Siamo saliti sull’auto e scesi alla collina dopo, per camminare in un silenzio fatto di panorami sospesi. Corse di bimbi in sandali sull’acciottolato di strade deserte.
“Mamma, guarda come sono veloce”.


Entrare in un bar, così antico e di una bellezza invincibile: sull’insegna disegnata sul muro campeggia un drago. Un drago fatto proprio come quello delle fiabe. La macchina del caffè di un modello ormai introvabile, la credenza, il sofà. E il ragazzo dietro al bancone che ha voglia di fermarsi a raccontare, e non soltanto servire distrattamente e incassare.

Poi in terrazza: una terrazza quadrata sdraiata sui colli, une brezza calda e leggera. Bere birra chiara a sorsi brevi, per distinguere il malto. Togliere le scarpe per sentire sulle piastrelle il caldo custodito del giorno, annusare il respiro dei prati.
Nella penombra, che s’addensa srotolando tende, le sagome di un uomo e due più piccoli.
In bilico sul bordo di una notte diafana di giugno, la felicità è una cosa facile.

Il jolly è: trattenere l’istante.

varengo, locanda del drago
varengo, locanda del drago

Share
Tags: , , , , ,

4 Responses to Sull’orlo di una notte di giugno

  1. Mamma in Oriente ha detto:

    Mi è sembrato di essere lì con voi…

  2. SANDRA ha detto:

    Che incanto magico questo post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1