Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

È un fatto non di clima ma di voglie (quasi cit.)

On: 9 Aprile 2014
In: sproloqui
Views: 2013
 Like
bimbo triste

 

Io -che molto raramente sono triste- quando sono triste divento insopportabile.
Me ne vado in giro spossatamente, trincerata dietro un no comment o, alla meglio, a un sorriso di circostanza. Perché  non mi so rassegnare alla tristezza immotivata.

 

Quindi alle giornate che nascono storte si aggiunge la paranoia: cosa c’è che non mi va? Ripasso le ultime ore: avrò dormito troppo poco (ma quello capita all’incirca sempre), avrò visto un film senza lieto fine (ma quando mai ci arrivo alla fine di un film con sveglia alle sei?) il treno era in ritardo (diciamo pure che se mi intristissi per quello, la mia vita sarebbe peggio che in un girone infernale), e via di seguito.

 

Quando sto così viene fuori di tutto, ogni pensiero mi fa ciondolare il capo in un abisso nero-pessimismo: ecco, quello fa carriera e io no (quando mai me ne è importato qualcosa), guarda quella che smalto ben messo e che capelli a posto (anche queste, son cose che rientrano tra le 15 di cui mi importa meno nell’universo mondo), quella può stare a casa coi bambini e io qui in ufficio (già, ma i bambini adesso stanno all’asilo).

 

Insomma, ‘na litania di miserevoli lamentele senza capo né coda. Roba che non fosse brutto assistere alla scena, mi prenderei pubblicamente a sonori ceffoni.
Alla fine ho capito che -non so se sia un sintomo o una causa- nelle giornate così io non ho VOGLIE.

 

Non ho voglia di niente, nessun sogno è abbastanza attraente, nessun luogo abbastanza felice, nessun desiderio mi fa battere il cuore. Sarà una scoperta di poco conto, ma so che quando passeranno queste ore, la giornata nuova nascerà meno inconcludente e soprattutto tornerò a tutte le mie voglie bene accese.

Domani.
Perché domani è un altro giorno e si vedrà.
(Sorriso di circostanza).

Poi però: in questo aprile smagliante attraversare colline in fiore ascoltando Battisti mi ricorda che esiste una Primavera del Mondo e una dell’Anima.
E la tristezza si scioglie e svapora in bellezza.

Il jolly è: una tavoletta di cioccolata e un giro in auto. Cantando

Share
Tags: , , , , ,
Previous post:
Next Post:

2 Responses to È un fatto non di clima ma di voglie (quasi cit.)

  1. Sandra ha detto:

    E’ passato?? Bacione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1