Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Vojo te

On: 7 Aprile 2014
In: la mia vita e io
Views: 2105
 Like
voyo te

Voglio te.
L’ho sentito in mille canzoni, ritornelli tritaneuroni che ti si insinuano in uno spazio imprecisato tra lobo frontale e lobo parietale, e non si lasciano ignorare. Naturalmente declinati in tutte le lingue/dialetti/idiomi del mondo.

 

Voglio te.
Me lo ha detto un compagno di classe alle elementari, senza troppa convinzione, al momento di costituire la squadra di pallavolo nell’ora di ginnastica.

I want you.
Non so quante pubblicità ne hanno fatto il cavallo di battaglia (mica solo Zio Sam in cerca di soldati)

 

Voglio te.
Deve avermelo sospirato un fidanzatino tanti(ssimi) anni fa, in una notte di luna piena e poca fantasia.

 

Voglio te.
Una frase sussurrata, biascicata, ripetuta.
Ma mai, dico mai, mi ha fatto l’effetto di adesso. Quando la sera, avvicinando la testa a un cuscino profumato, due braccine mi tirano vicino. E una vocetta sottile bofonchia piano: “mamma, io vojo te” .

 

E la dolcezza mi squaglia. Spariglia, mi vince. Sbaraglia.

 

Il jolly è: usare i sensi nuovi che ci hanno regalato i figli

 

Share
Tags: , , , , , ,

5 Responses to Vojo te

  1. verdeacqua ha detto:

    si è da sciogliersi. stato liquido.

  2. MammaInOriente ha detto:

    Hai ragione, quando mio figlio mi stringe forte e pronuncia la parola mamma con un sorriso beato, io mi sciolgo come non mai…

  3. antonellavi ha detto:

    Hai detto bene…una frasetta minima in quel modo racchiude un mondo, meraviglioso e nuovo ogni volta che solo l’amore per i figli è in grado di far esistere. Siete bellissime 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1