Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Dal sogno al cambiamento

On: 4 Aprile 2014
In: lettera
Views: 3285
 Like
panorama_gabiano (AL)

C’è un attimo, dentro ai sogni che si fanno di notte, che una parte di te prende il sopravvento sul resto e decide il salto. Da un ponte, forse da una nuvola, a volte fuori dal letto o dentro un bacio.
Lí si apre una strada -e franano le altre. Lì ciò che sei si reinventa, quello che non scegli di essere muore.

 

Nel sogno non importa quanto sia profondo il salto, quanto sia lunga l’apnea o pericolosa l’impresa: all’occorenza germoglia un paio d’ali, si gonfia sulla schiena il paracadute e anche se ti sfracelli al suolo – come in un videogame –  spunta un’altra vita.

 

Nella vita di giorno (o anche di notte, ma comunque quella che si vive a occhi aperti) è più difficile: qualcuno, dentro, dice Salta. Un altro, a fianco, dice Resta. Un altro ancora – una voce più quieta –  dice Meglio guardare il burrone più in là.
E ancora: Buttati mercoledì
Meglio in dicembre
L’ideale sarà l’anno venturo.
Ci sono pochi appigli, oggi è troppo freddo, non hai le scarpe giuste.

 

E si rimanda. Poi il cielo cambia, le voglie sfumano, la strada vecchia si fa più confortevole a ogni passo, e meno faticosa.
Si rischia di restare, di non andare mai a vedere se quella voce folle che nel sogno urlava non aveva per caso ragione a lei a dire Prova,  a dire Cambia, a dire Adesso!
È un peccato, se ci pensi bene: non ballerai mai dentro un altro vento.
E magari chissà: forse un paio di ali sarebbe spuntato davvero.

 

Il jolly è: Solo inseguendo un sogno si disubbidisce con saggezza. (Devis Bellucci)

 

Ps questo post è  dedicato a un amico, lui il salto lo ha fatto sul serio: fuori dal sogno e dentro il suo sogno.
Che sia un volo bellissimo!

 

Share
Tags: , , , , , ,

12 Responses to Dal sogno al cambiamento

  1. Chandana ha detto:

    Grazie grazie grazie. Il tuo blog arriva al momento giusto. Baci.

  2. MammaInOriente ha detto:

    Che augurio meraviglioso per il tuo amico…

  3. Francesca ha detto:

    Dove sarei adesso se non avessi seguito i miei sogni? Se non avessi avuto il coraggio di cambiare strada? Non lo so e non voglio saperlo. Il mio salto nel vuoto mi ha portata nel mio Paradiso Terrestre.
    Un bacio
    Francesca

  4. Mrazia ha detto:

    Senti, ma se ci dessimo appuntamento sul bordo del famoso burrone e ci dessimo una spinta a vicenda?! Lo so, è azzardato ma magari quelle ali ci spunterebbero sul serio …
    Oh, che voglia di buttarmi! 🙂

  5. Sandra ha detto:

    Sono una gran fifona, ma le cose più belle nella vita sono arrivate quando ho saputo buttarmi, mai con sconsideratezza, ma con un po’ di coraggio che in altre occasioni mi è mancato.
    Buon volo al tuo amico, allora!!!!!

  6. Paola ha detto:

    Quella voce, nel sogno, non sbaglia mai. Meglio, certo, avere il coraggio di ascoltarla. Se non avviene però é bene tenersi pronti comunque, perché arriva il giorno in cui quella voce urla e comanda ai venti, e tu inconsapevole e piccolo al timone ti ritrovi a virare, a cambiar rotta veloce, a far ricorso a risorse che non sapevi d’avere, a navigare in un mare altro che non c’è nemmeno sulle mappe. E’ quello il momento in cui di quella voce, nel sogno, bisogna ricordarsi, al di là dell’urgenza di sopravvivere, oltre la paura che fa perdere i contatti.
    Lì ci sono tutte le risposte, basta sedersi anziché correre senza meta.

    • Fioly ha detto:

      lo penso anche io: se non scegli, prima o dopo, la vita sceglie per te.
      grazie per questi tuoi commenti sempre stimolanti e ricchi di spunti interessanti.

Rispondi a Sandra Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1