Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Il bello di casa mia

On: 26 Febbraio 2014
In: la mia vita e io
Views: 2198
 Like
sole a moncestinoCerte sere, quando esco dall’ufficio, pensando alle due ore abbondanti che mi dividono da casa -home sweet home – penso che sarebbe meglio vivere in uno scantinato metropolitano o nei sotterranei proprio sotto il mio ufficio, stile ninja, piuttosto che attraversare ogni giorno tre province per guadagnare la meta. Sarebbe forse meno sweet  ma infinitamente più comodo.

 

sole a moncestinosole a moncestinosole a moncestinosole a moncestinoPoi però, dopo mesi di nebbia, che pure ha il suo fascino, magari ancora nel bel mezzo di gennaio, viene fuori quel sole che fa luccicare le prime gemme sui rami, e ti riempie gli occhi di riverberi dei raggi sulle pozzanghere. E penso che è bello organizzare una grigliata e invitare un pugno di amici con cui sbragarsi a brindare sul prato davanti a casa, lontano da tutto.
sole a moncestinosole a moncestino
Soprattutto mi piace vedere i bambini tutti felici di liberarsi di qualche strato di imbottitura e, orgogliosi come palombari, infilare gli stivali di gomma e correre di sotto. Li guardo giocare coi cani sfidandoli in improbabili lotte, tanto che dopo due minuti mi ritrovo un gomitolo di fango e peli che non so più quali sono i due da buttare nella vasca da bagno. Li guardo fare un picnic sulla panca di fianco a casa, spartirsi il pranzo che hanno aiutato a cuocere sulla griglia, orgogliosi e complici.
Conciati come zingari, felici come uomini liberi.
sole a moncestinosole a moncestino
Mi viene in mente quando ero bambina, i giorni lunghi in cortile e nessun cancello, nessun recinto. Quando tutto era paese.
Socchiudo gli occhi -lucertolante- ed è bello, mi lascio baciare dal sole, che tanto non faccio peccato. E penso che questo mi basterà per sopportare ancora la vita da pendolare.
Purché ci sia ad aspettarmi, alla fine della fatica, un pomeriggio inatteso di sole e i miei figli impiastricciati di fango e felicità.

Il jolly è: vedere il bicchiere mezzo pieno. O, se non altro, lasciarsi ubriacare.

sole a moncestino

 

sole a moncestino

 

Share
Tags: , , , , , ,

6 Responses to Il bello di casa mia

  1. ELENA ha detto:

    ….aria buona, uova fresche, insalata dell’orto …. e non avremmo bisogno di lavorare e contare i minuti! occorre però eliminare la buca delle lettere per non ricevere le tasse! …. W il fango!!!!

  2. Francesca ha detto:

    Accidenti… due ore!!!! E io che mi lamento che da casa mia all’ufficio ci sono 35 minuti scarsi!!!!
    Un abbraccio
    Francesca

  3. verdeacqua ha detto:

    adesso che anch’io vivo tra fango e gemme che luccicano al primo sole posso dirlo, ti capisco! E ne vale davvero la pena!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1