Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Il bello degli universi paralleli

On: 15 Luglio 2013
In: la mia vita e io, sproloqui
Views: 8654
 Like
piedi nel desertoOgni vita è fatta di una serie infinita di incroci e possibilità. Colte e mancate.
Ogni tanto mi diverto a immaginare cosa sarebbe successo se.
Per cominciare, se quella sera lontana mia madre non si fosse fatta convincere da un’amica a uscire, non avrebbe mai incontrato mio padre, e io chissà quanto avrei dovuto aspettare per incontrare un ‘altra coppia di genitori che mi convincesse, per sceglierli come mamma e papà, e nascere.

1994 esame di maturità, andato. Anziché iscrivermi a lettere moderne (un po’  per esclusione, a dire il vero: all’epoca passavo più tempo a progettare notti brave e fughe con il principe azzurro, che non la mia carriera universitaria), avrei fatto medicina e adesso sarei in giro per il mondo con una delle tante associazioni umanitarie e la straordinaria e inedita sensazione di sentirmi utile in qualche maniera.

 

Terzo anno di università. Invece che restare inchiodata a Torino, per amore di un moroso che probabilmente mi avrebbe fatta partire serenamente, avrei potuto scegliere di puntare il dito sul mappamondo (bé, dai, più o meno) e vivere per un po’ di mesi all’estero col programma Erasmus, che ai miei tempi andava per la maggiore. Avrei scoperto una passione per gli ornitorinchi, le danze occitane o i geroglifici e al loro studio avrei consacrato l’esistenza.

 

Anno 2007. Ricordo perfettamente quando comunicai solennemente a mio padre: nel giro di 5 anni, o trovo un fidanzato e faccio uno, due, tre figli, o mollo tutto e me ne vado in Oriente. Tralasciando il commento di mio padre, in dialetto stretto piemontese (che tradotto suona: nell’attesa fatti furba), la strada che ho intrapreso è nota a tutti. Al bivio tra amore/famiglia versus inesplorati panorami profumati di incensi e avventure, ho imboccato senza esitazioni la prima strada.

 

Se così non fosse stato, avrei avuto il coraggio di partire? E oggi sarei in un ashram di Rishikesh a studiare yoga o in Tibet a seguire un corso di campana – per l’appunto – tibetana?
Chi lo può dire. Il bello delle sliding doors è che puoi passare ore a fantasticare sugli innesti possibili, fino a esaurire la fantasia, e non avrai mai risposte certe.

 

Quando mi perdo in voli pindarici, però, scopro molte cose di me: ovvero che solo un grande amore, o una somma di grandi amori, può trattenermi qui, in questo angolo di mondo. A meno che non siano stati alibi per non mettere mai davvero alla prova la mia determinazione di prendere e andare. Di cambiare vita, latitudine e moneta. Chi può dirlo, negli universi paralleli tutto è possibile.

 

La cosa buona è che sto bene esattamente qui dove sono, dove le gambe, in combutta col cuore e con la supervisione del destino, mi hanno accompagnata, instancabili. Questa certezza mi fa dormire serena, certa di aver assecondato, almeno in parte, la mia essenza.
Nulla mi vieta di continuare a sognare e sperare di vedere, nei giorni che mi saranno concessi, qualche angolo di mondo in più, dietro quelle porte scorrevoli che – potete giurarci – hanno in serbo ancora sorprese e percorsi su cui scommettere.

 

Il jolly è: stare sempre a zonzo. Se non altro con la fantasia.

 

Questo post partecipa alla Staffetta dei Blog, un’interessante iniziativa nata per far circolare le idee in Rete, trattando ogni mese un argomento diverso. Carino, no?staffetta Qui sotto, in ordine rigorosamente sparso, gli altri partecipanti:1. Vivere a Piedi Nudi http://vivereapiedinudi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
2. Come nasce una mamma http://www.comenasceunamamma.it/news/gravidanza/maternita2/271-sliding-doors.html
3. Cristina http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog
4. made in bottega http://www.madeinbottega.com
5. Federica Rossi http://mammamogliedonna.it/staffetta-di-blog-in-blog
6. Micaela Le M Cronache http://lemcronache.blogspot.it/search/label/Staffetta
7.Marzia www.quellocheunadonnadice.blogspot.it
8. Arianna http://www.conlemaninelsacher.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20Blog%20in%20Blog
9* Tinella http://unaltracosabella.blogspot.it/
10 Monica: http://viaggiebaci.wordpress.com/
11. Michela http://mammamanager.altervista.org
12. Danila http://www.dispariepari.it/
13 Fioly http://www.bbodo.it/tag/di-blog-in-blog/
14.Simona http://disoleediazzurro.wordpress.com/
15. Federicasole: http://lamiadolcebambina.blogspot.it/search/label/staffetta%20di%20blog%20in%20blog
16. Aline Persempremamma: http://persempremamma.blogspot.it/search/label/dibloginblog
17 . Design Therapy : http://www.designtherapy.it/
18. Giusi Tandoi http://emotionsmamy.blogspot.com/
19. Cristina – http://lastranagiungla.blogspot.it/
20. MamiS – il gufo e la civetta – http://ilgufoelacivetta.blogspot.it/
21. CeciliaKi – http://ckmystyle.blogspot.it/search/label/staffetta-di-blog-in-blog
22. Sara Stellegemelle http://www.stellegemelle.com/search/label/di%20blog%20in%20blog
23. Luisa: http://mammadisem.blogspot.it/search/label/DiBlogInBlog
24. Learning is experience: http://laproffa.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
25. Beat – Mamma…e ora che faccio?: www.mammaorachefaccio.com
26.Sara-NuvolositàVariabile http://www.nuvolositavariabile.com/
27. Accidentaccio http://accidentaccio.blogspot.it/
28. Antonietta Nido in famiglia gnometti&fantasia http://gnomettiefantasia.blogspot.it/
29. Norma Voglio il mondo a colori : http://voglioilmondoacolori.blogspot.it
Il prossimo appuntamento con la Staffetta è per il 15 agosto.
Buona lettura! 

Share
Tags:

23 Responses to Il bello degli universi paralleli

  1. naturally like уour web-site but you hаve to check the spelling on ѕeveral of your posts.
    Sеveral of tһem are rife ѡith spelling problemѕ and I to find it very troublesome to tell the reality һowever Ι’ll definiteⅼy come
    bɑck aցɑin.

  2. Marzia ha detto:

    In questi giorni mi sono persa tanti bei racconti, come questo tuo, perché stavo a zonzo a vedere l’altra faccia di alcune sliding doors … è bello scoprire che tanto avremmo potuto fare ma forse tutto ciò che ci serviva l’abbiamo vissuto davvero, per poi arrivare proprio alla meta che ci prefiggevamo. Mi piace pensarla così …

    • Fioly ha detto:

      l’altra faccia di alcune sliding doors?… sembra moolto interessante…
      sì, se poi si vive tutto assaporandolo bene, tutto diventa fondamentale, ogni passo, ogni paesaggio…

  3. Cristina Dui ha detto:

    Bellissima la frase incipit del tuo post, ripresa poi nel contesto dello stesso. Ogni posto è bello e ci fa star bene, se abbiamo la consapevolezza delle scelte fatte, che ci fan essere dove siamo… Magari con le gambe stanche, ma sempre più più forti.

  4. Lallabel ha detto:

    Io ci leggo tanta serenità nel tuo cuore, e le parole bellissime di questo post mi sono piaciute molto.

  5. tinella ha detto:

    “Il jolly è: stare sempre a zonzo. Se non altro con la fantasia”
    tralasciando il resto del post, che già di suo mi piace, questa frase… beh, questa è roba che mi farei tatuare da quanto sono d’accordo!!
    (sono stata a zonzo qualche anno, avrei continuato allegramente, ma una “porta scorrevole” mi ha regalato mio figlio e tutto il resto. ora andiamo a zonzo in 4!)

  6. Norma ha detto:

    Belli questi universi paralleli ma ancora di più mi piace il fatto che sei felice dove sei adesso.
    Brava
    Ciao
    Norma

  7. CeciliaKi ha detto:

    Io ho fatto esattamente la scelta opposta alla tua e le gambe hanno zampettato allegramente in giro per il mondo. Ero felice. Ora le gambe sono ferme ed hanno messo radici in una terra che mi ha adottato, sono sempre felice. Credo che l’importante sia fare la scelta che ci fa sentire bene. Proverbi o no 🙂

  8. ero Lucy ha detto:

    “Nell’attesa fatti furba” e’ bellissimo!!

  9. Cristina ha detto:

    Adoro stare a zonzo con la fantasia.. è uno sport bellissimo 🙂

  10. leggo rido e penso che ti ho immaginato fare e dire queste cose anche se nn ti conosco davverp :)) bel post davvero

  11. La Rejna ha detto:

    leggo e sorrido 😉

    perché oltretutto la bellezza degli universi paralleli è che sono anche infiniti

  12. Micaela ha detto:

    “Questa certezza mi fa dormire serena, certa di aver assecondato, almeno in parte, la mia essenza.” … e non è poco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1