Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

L’esempio in un alveare

On: 5 Luglio 2013
In: ospiti
Views: 3305
 Like
fiore

C’era una notte fuori, piena di profumo, e una notte dentro, piena di domande. 

 

Una fiaba: leggera, garbata, profonda.
Questo è “L’inverno dell’alveare” di Davis Bellucci.  Un piccolo gioiello prezioso ben cesellato. Pieno di piccole chicche.
Per spiegarci meglio: da malata lettrice e grafomane quale sono, da sempre mi annoto brevi parti libri che mi colpiscono maggiormente, che mi fanno riflettere, che mi regalano fremiti di poesia. Le sottolineo a margine e poi le ricopio, nell’infinito file “citazioni”. Dico questo non per sottolineare il mio disagio mentale, ma per raccontare che da questo libro ho attinto una serie infinita di perle, riempiendo fogli di frasi rubate.

 

Si perché si tratta di un breve saggio filosofico sulla vita travestito da favola, comprensibile anche ai bambini.
La vicenda è quella di una giovane ape esploratrice alla ricerca della propria strada nel mondo, che troverà soltanto se impara a “disubbidire con saggezza”.
Il piccolo insetto saprà insegnare la paura del buio e della solitudine, il valore della curiosità e della diversità. Ma senza discorsi magniloquenti, no, con parole facili e precise, come una freccia che ogni volta centra il bersaglio. Diritta.
Io lo farei leggere nelle scuole, per dire. Perché usa i modi giusti per spiegare che senza un sogno che ci tiene al caldo, tutto diventa insensato inverno del cuore.

 

Il fatto era che un progetto e un paracadute non stanno di casa nello stesso cuore. Il progetto ha un peso che basta e avanza. 

 

Nota a margine (ma non troppo): mi è capitato di chiedere qualche consiglio all’autore di questo libro. Lui era per me un nome sul web -non avevo ancora letto i suoi libri- e lui anche, non mi conosceva affatto. Bé, mi ha messo GRATIS a disposizione la sua esperienza. Senza avere nulla in cambio, a parte la scocciatura di dove rispondere alle e-mail di una testarda rompiscatole come me.

 

Così ho imparato che una storia, per essere vera, deve avere delle parti autentiche di te. Voglio dire, se scrivi inneggiando la pace nel mondo e te ne vai in giro attaccando rissa ogni due passi non sarai mai credibile: né tu né quello che propini ai lettori.
Devis Bellucci no: applica alla propria vita quella saggezza generosa di cui parla nel romanzo.
Per questo, e per la bellezza delle sue parole: grazie.

 

Il jolly è: autenticità. E imparare a imparare.
Soprattutto:

Per superare l’inverno, ricorda la primavera

 

Altri preziosi suggerimenti letterari al Venerdì del Libro di Homemademamma

Share
Tags: , , , , , , , ,

12 Responses to L’esempio in un alveare

  1. […] Il jolly è: Solo inseguendo un sogno si disubbidisce con saggezza. (Devis Bellucci) […]

  2. Devis Bellucci ha detto:

    Io ringrazio nuovamente l’autrice del blog per le belle parole sul mio lavoro. E’ sempre stimolante seguire i sogni delle persone determinate come lei. Nei sogni non si mente mai.
    Un caro saluto e buona estate a tutti voi.

    Devis Bellucci (l’autore del libro)

  3. stefania ha detto:

    Mi è del tutto nuovo. Ne prendo nota.

  4. Marzia ha detto:

    L’importanza di un progetto dovrebbe davvero essere parte della nostra formazione fin da bambini. L’autore lo dimostra con i fatti, credo sia stato felice di rispondere ad una lettrice così attenta.

    • Fioly ha detto:

      sicuramente. avere un progetto/sogno che ti colora la vita io credo che te la salvi, la vita, in molte occasioni.
      se l’autore fosse felice di avere a che fare con una spaccamaroni piena di domande come me, questo, sarebbe da indagare 😉

  5. Monica ha detto:

    Anch’io ho un infinito file che si chiama “citazioni”. E un file che si chiama “libri da acquistare al più presto”. Nel primo, ci va subito la citazione che fa da ultima frase del post. Nel secondo, il libro che hai recensito oggi. Grazie.
    Monica

  6. ha detto:

    Che bella condivisione, come la tua corrispondenza con l’autore.
    Hai ragione, se un autore non è autentico prima o poi qualcosa stride…

Rispondi a Fioly Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1