Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Metti due pescetti nell’acquario

On: 19 Aprile 2013
In: viaggi
Views: 3664
 Like
scorcio di Genova, porto
Una domenica al mese: con Federico abbiamo deciso di concederci almeno questo, visto che lui il fine settimana lavora. Una domenica al mese da passare insieme, noi due e i bambini. Non è molto, ma è un buon inizio – mi ha assicurato il mio trainer di bicchieremezzopienismo.
Così la nostra giornata d’aria di novembre marzo l’abbiamo trascorsa a Genova, all’acquario.
acquario di Genova, esternoacquario di Genova, vascheLa sorte non è stata proprio dalla nostra, visto che ha diluviato tutto il santo giorno e nel gigante luna park marino erano in corso certi lavori che ci hanno costretti a pranzare intorno alle 11 in un self-service convenzionato con l’acquario, che classificherei appena un gradino sopra la mia mensa aziendale. In più non ho scelto la posizione adatta e a un certo punto la coda all’ingresso ci ha quasi inglobati nel suo lento fluire.
Lo svantaggio del ritrovarsi una comitiva di peruviani attempati e gioviali praticamente nel piatto ha avuto un positivo effetto su Eliandro, che per tutto il tempo del pranzo è rimasto incantato da tale colorata varietà umana, che salutava, ricambiato, con gesti plateali e la sua vocina roca.
Terminato la colazione il pranzo, siamo finalmente approdati alle vasche e per quasi tutta l’ora seguente i due monelli si sono prodigati in una serie infinita di oohh con Lemuele che correva da una vasca all’altra, timoroso di perdersi qualche bestiolina,  mentre Eliandro saggiava ripetutamente, con la fronte, la consistenza del vetro delle vasche.
acquario di Genova, squaiacquario di genova, bimbo col papàacquario di Genova, spettatoriDalla metà del percorso in poi hanno cominciato a spazientirsi e a commentare le specie acquatiche in maniera meno entusiastica.
Lemuele: “Ehi… Pesci… Porca paletta (intercalare del giorno) ma non rispondono questi Pesci Parlanti (specie marina evidentemente nota soltanto a lui”).
Eliandro “mpa mpa” (suono onomatopeico per un saluto tra creature pinnate).
bimbi all'acquario di Genova
Così quando siamo usciti e tornati a casa sotto il diluvio universale (come se di acqua non ne avessimo vista abbastanza per quel giorno) sono crollati quando ancora dal finestrino si vedeva il mare, sfiniti come avessero attraversato l’oceano a nuoto.
Però mi è rimasto negli occhi quel loro stupore autentico, quegli universi segreti visti attraverso i loro sguardi spalancati, dentro quella luce tenue e azzurrata. E anziché guardare le vasche, mi fissavo dentro i loro mobili occhi scuri – un mondo dentro un mondo – e immaginavo due piccoli pescetti che escono dalle loro bocce rotonde e per la prima volta scoprono un pezzetto di mare aperto.
acquario di Genova, bimbo che osserva i pescia

Ah, nei 10 minuti in cui io e Federico ci siamo divisi per procacciarci i biglietti d’ingresso, ci hanno appioppato 4 braccialetti portafortuna a testa: per le prossime 18 gite almeno la sfiga dovrebbe girare al largo!

Il jolly è: mantenere la sete di scoperta dei bimbi. E godersi queste giornate insieme, un piccolo tesoro assaporato attraverso quegli occhioni onnivori.

acquaro di Genova, pesciacquario di Genova, creature marine (?)acquario di Genova, meduseacquario di Genova, meduse
Share
Tags: , , , , , , , , ,

20 Responses to Metti due pescetti nell’acquario

  1. Daniela ha detto:

    I bimbi ci donano gioia e semplicità! Nei loro occhi riscopriamo l’autenticità delle cose, così come è, senza filtri.
    Bellissimo l’acquario:-) abitando a Genova mi ci hanno portato una marea di volte con le varie scuole, però ogni volta è un’emozione. Peccato che oggi piovesse e non vi siete potuti godere la giornata al porto antico. Oltre ai braccialetti non vi hanno ricoperto di statuette di animali porta fortuna???:-)

  2. Serena ha detto:

    Ciao, bella l’idea della domenica al mese!
    Noi siamo stati all’acquario di Montecarlo quando mia figlia più grande aveva tre anni e mezzo, fosse stato per lei, ci saremmo fermati alla prima vasca, era già pienamente soddisfatta della visita! Abbiamo deciso, allora, di rimandare la visita all’acquario di Genova, decisamente troppo grande!

    • Fioly ha detto:

      sì, all’acquario di Genova ti ci perdi. devo dire che sono arrivata alla fine della giornata abbastanza a pezzi: ne è valsa la pena però!

  3. sandra ha detto:

    se ti può consolare ci è toccata la medesima sfiga: diluvio (e noi senza ombrello) visitato acquario, museo, biosfera, sottomarino e mentre mi infilo in caschetto di sicurezza perdo il cappellino impermeabile unica salvezza.
    4 braccialetti portasfiga pure a noi e abbiamo scacciato il venditore di elefantini tartarughine ecc. (anche se diceva fossero in regalo, oh come no!!)
    Abbiamo tirato le ore 16 senza pranzare, consci che dentro ai musei di solito non è il massimo.
    Però bellissimo comunque. un abbraccio

  4. silviamaledetta ha detto:

    Bello l’acquario!! e bello riscoprire le cose attraverso gli occhi “onnivori” dei bimbi (mi è piaciuta la definizione!)

  5. ero Lucy ha detto:

    Bellissimo. Mi sembrava di stare li’!

  6. Patrizia ha detto:

    Confermo: bello vedere il mondo con i loro occhi!

  7. mammachemozione ha detto:

    Il famoso tempo di qualità… bravi!

  8. Adele_S ha detto:

    Ciao… sono stata tre volte (in 6 anni!) all’acquario di Genova e mi piace tantissimo… ogni volta che salgo su si tornerei sempre ^^ bellissime foto!
    Ciao

  9. raffaella ha detto:

    Mi sa che ti rubo l’idea, una domenica al mese. Mi piace.
    Raffaella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1