Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Nuovi significati per vecchie parole (post sponsorizzato)

On: 20 Dicembre 2012
In: ospiti
Views: 973
 Like
Decorazioni di natale = oggetti che amavi prima di avere figli, ora in briciole o stipati in cantina.

Presepe = campo di battaglia in cui, sterminati pastori e Re magi, sopravvivono brandelli di muschio e grumi di cotone premasticati.

Questo il mio personalissimo contributo a Mommypedia, il dizionario delle mamme e dei papà, creato da Prènatal per essere vicino ai neo genitori, per accompagnarli in una fase tanto speciale della loro esistenza, quella in cui si preparano ad accogliere una nuova piccola vita. E, perché no, per strappar loro una risata, in un periodo faticoso in cui tutto si modifica. Ma proprio tutto.


Ad esempio, la casa viene invasa, a tempo indeterminato, da tutta una serie di oggetti più o meno ingombranti, di cui fino a qualche settimana prima si ignorava bellamente esistenza e ragione d’essere.

Ogni cosa assume un altro significato, quando arriva un neonato, e Prènatal lo sa. Il tempo non ti appartiene più, diventa quella dimensione dilatata e informe durante la quale il bambino richiede costantemente la tua presenza. 24 h su 24, come certi negozi americani. Per dirne una.

E il letto? Da luogo di riposo a campo di gioco senza frontiere.

Vi viene in mente qualche altra nuova definizione da suggerire alle neo mamme? Sbizzarritevi su Mommypedia. È facile: basta andare su facebook alla pagina www.facebook.com/prenatalitalia, o al sito Prènatal, registrarsi e partecipare. Così potete contribuire a creare un nuovo linguaggio che racchiuda tutte le intense emozioni, le riflessioni e i cambi di prospettiva che diventare genitore comporta.

Dare vita a una lingua nuova per descrivere il nostro nuovo mondo. Bello, no?

Al contempo, potete caricare video e foto, e ottenere buoni sconto Prènatal.

Ma non basta: fino al 21 dicembre i tuoi contributi partecipano al concorso che mette in palio 2 guardaroba per bambini del valore di 500 euro in buoni acquisto. 

Non resta che scatenare la fantasia.

Io ho partecipato così:

Curiosità = istinto irrefrenabile dalla forza direttamente proporzionale al divieto espresso da papà.

Tutina = indumento per la cui realizzazione sarebbe essenziale brevettare un tessuto auto-pulente.

Abbraccio = infallibile arma di corruzione, scientificamente testata su cavie di razza genitoriale

E, visto il periodo, aggiungo:

Natale = festa dell’anno che, attraverso gli occhi di tuo figlio, riacquista tutta la magia di quando eri bambino.

(Auguri!)

Il jolly è: inventare e giocare con le parole.

Articolo sponsorizzato

Share
Tags: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1