Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Giorni che dentro piove

On: 6 Novembre 2012
In: sproloqui
Views: 3658
 Like

tramonto sul mareCi sono giorni più fragili. Quelli che ci piove sopra e tu sei uscito senza ombrello, che l’acqua ci batte dentro e ti sembra di stare dentro un uovo vuoto.
Ci sono giorni che ti sembrano fragili ma quello fragile sei tu e ti senti senza pelle, mentre tutto ti viene incontro.


I ricordi tristi che ti dicono guarda qui cosa può succedere, i ricordi felici che sembrano sussurrarti ghignando storto che momenti così non ti capiteranno più. Ti vengono incontro ritagli di passato armati di bisturi per incidere a fondo, giù bene dentro lo stomaco, insieme a quella paura del buio a cui non avevi mai creduto.
Subito in coda, lo spavento di un lavoro che pare scapparti dalle mani, il freddo subdolo che ti piglia quando pensi a quella beffa della giovinezza che s’appanna, alla tua faccia che allo specchio s’indurisce e ti scruta severa.
In quelle giornate pure una smorfia ti sembra un fantasma, e tutte le parole che hai dentro la testa si organizzano in cortei per sfilarti dentro la testa urlando slogan di sciagura.

È allora che una ruga sulla fronte di tuo padre ti sembra una condanna senza appello e la corsa delle lancette è un graffio che apre vecchie cicatrici. Ogni pensiero di dolore nel mondo ha la faccia del tuo bambino, ogni paura ha il nome di qualcuno che ami. Sei prigioniero del te stesso da cui cerchi di fuggire da sempre.
Le lacrime, se volessero arrivare, farebbero forse naufragare via qualche grumo di dolore che negli anni ha fatto il nido nelle tue vene.

Poi però ti ricordi che da qualche parte devi aver messo un ombrello. Magari con qualche buco, ma che ti regala una tregua dai vestiti pesanti e zuppi che ti porti addosso.
Quell’ombrello è una carezza che fa bene, il profumo di sapone delle manine di tuo figli, le luci nel buio di casa intraviste da un treno.
Il sorriso di un vecchio che incroci per strada che pare aver fatto pace con gli anni.
Ti avvolgi più stretto nella sciarpa e ti accorgi che piano comincia a spiovere

Il jolly è: pensare che nella luce dopo i temporali trovi sempre dei pezzi di te.

Share
Tags: , , , ,
Previous post:
Next Post:

19 Responses to Giorni che dentro piove

  1. stefy23 ha detto:

    Bellissima questa riflessione… io oggi mi sento un pò così, senza pelle e senza ombrello e aspetto che smetta di piovere… hai reso benissimo uno stato d’animo comune a tutti e che molti non hanno il coraggio di ammettere come proprio. In attesa di un bel sole, ti mando un grosso abbraccio.

  2. Tiziana ha detto:

    La pioggia può essere pesante a volte ma molto riflessiva, complimenti per l’ispirazione. E’ quasi un’ode.

  3. Anna ha detto:

    Ehi ma perchè non sono mai capitata qui? E per la prima volta ci arrivo e leggo un post molto intenso e in cui tutti, prima o poi, possono riconoscersi: grazie!

  4. ero Lucy ha detto:

    Brava, guardare avanti. Mi piace.

  5. barbara ha detto:

    a volte la pioggia è un temporale estivo, burrascoso e improvviso che però svanisce in fretta…

    ps:i tuoi post sono sempre + belli.
    ps2: ho beccato un refuso…deformazione professionale ormai “in cortei per sfilati dentro la testa” 🙂

    • Fioly ha detto:

      grazie, correggo! utilissima segnalazione.
      ps lo sai, vero, che domani con un cocktail e una bella chiacchierata cancelliamo tutti gli strascichi del temporale?;)

  6. Mariacristina ha detto:

    mi piace ciò che scrivi e come lo scrivi! quando smette di piovere, torna sempre il sole…e dai fori dell’ombrello ancora aperto filtra una luce particolare! 🙂 buona giornata Fioly!!

  7. annie ha detto:

    bhè..che devo dirti su questo ” link”, mi hai fatto venire i brividi….ne senso buono!!!!!!!belle parole!!!!!ciao un abbraccio!buona giornata.

  8. mammachemozione ha detto:

    “Luce dopo i temporali”… che bello.
    Oggi mi fa bene leggere queste righe, grazie.
    Cerchiamo l’ombrello o proviamo a girare il naso all’insù, magari sta smettendo e ancora non ce ne siamo accorte. O magari sotto la pioggia almeno si intravede l’arcobaleno.

  9. Danila ha detto:

    Del ‘quando piove dentro’ sto apprezzando il fatto di sentirmi viva.Puo’ apparire triste,ma nelle mie vene scorre sangue…non e’ per tutti cosi’!! Ti mando un caldo abbraccio

  10. Alice ha detto:

    Ti dico solo che se scrivi così, non può piovere dentro! E tu scrivi così!
    Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1