Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Prove di volo

On: 13 Settembre 2012
In: la mia vita e io
Views: 1442
 Like

nido di rondiniQuest’estate sono tornate le rondini. Dopo averci abbandonati per un anno ci hanno regalato di nuovo il loro nido sopra la porta di casa. Così sotto il portico fiorito era tutto un frollìo d’ali, un’allegria sospesa a mezz’aria, come una poesia leggera.

Questi animaletti laboriosi hanno costruito il nido, pagliuzza dopo pagliuzza, hanno covato le uova, hanno sfamato i nuovi arrivati. Tutta una vita parallela che si intrecciava sopra le nostre teste.
Ma la cosa più affascinante sono state le prove di volo dei rondinini. I genitori li anticipano per piccoli tratti, andando ad appollaiarsi su un filo steso poco distante. Da lì invitano i piccoli a seguirli. È come una danza, come un corteggiamento.
I cuccioli si affacciano al nido, pare di indovinare le loro impressioni stupite e spaurite, si guardano intorno a lungo prima di spiccare il grande salto. E poi d’un tratto, quando sembra che abbiano deciso che ancora non è il momento, stiracchiano le piccole ali e si lanciano goffi in quel mondo così nuovo e spaventoso.

Via, un tuffo nell’ignoto, un picco di adrenalina, una capriola nel nulla.

Mi domando cosa si provi, a buttarsi a quel modo. Cosa si senta quando l’istinto fa le mosse al posto tuo e ti trovi ad affrontare un vuoto enorme, spinto dal tuo dna, da quelle ali che fino a pochi minuti prima non sapevi di avere. Chissà come dev’essere, capire che PUOI volare.

rondini

Invito i miei bambini a osservare questi pennuti coraggiosi e me stessa a imparare da quei genitori con le ali. Danno l’esempio ai propri figli, li invitano a provare, senza tentennamenti. E poi, semplicemente, restano in attesa, senza più interferire col loro volo. Stanno a guardare.
Se queste rondini avessero pensieri d’uomo, o meglio di donna, ogni loro piuma tremerebbe al pensiero che i piccoli possano sfracellarsi al suolo. Invece sanno che la natura farà il proprio dovere e gli uccellini prenderanno forza fino a salire su, verso il cielo.
E quando saranno pronti, abbandoneranno il nido.

rondine sulla tenda

Nella mia testa sfilano questi pensieri mentre seguo con timore le acrobazie di Lemuele che rischia ora di cadere da una sedia, un attimo dopo di sbucciarsi le ginocchia sulla ghiaia durante una corsa. Poco più in là Eliandro sta imparando a gattonare, tutti i muscoli tesi in uno sforzo di concentrazione e coordinazione.
Mi trattengo per non corrergli incontro, per non sobbalzare a ogni perdita di equilibrio, a stare un passo indietro.
E penso a quanto avrei da imparare da mamma rondine. Lei se ne sta lì su un filo, a osservare la prole in uno dei momenti più difficili dell’esistenza pennuta. Cinguetta benevola. Sa di aver fatto quanto era in suo potere e sa che adesso non può che avere fede.
Ma più di tutto, non ha paura che i suoi piccoli spicchino il volo.

(un pensiero dolce ai bimbi che in questi giorni cominciano l’asilo o la scuola. Che il loro timido incespicare in un mondo nuovo sia presto il volo dentro una grande meravigliosa Avventura)

Share
Tags: , , , ,

3 Responses to Prove di volo

  1. valeria ha detto:

    …e quanto è difficile resistere all’istinto di proteggerli dal cinismo di coetanei quando si affacciano alla vita da adolescenti. Accidenti man mano che crescono è sempre più difficile.

  2. giorgia ha detto:

    Difficile non avere l’apparente tranquillità di una rondine nel lasciarli andare. Però poi apparentemente anche noi troviamo il modo perchè amore è anche questo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1