Giochiamoci il Jolly: Blog di Fioly Bocca

Il mio posto speciale

On: 15 Luglio 2012
In: la mia vita e io
Views: 13144
 Like

prato e montiOgnuno di noi ha un spazio speciale, in cui si sente a proprio agio, al sicuro. Un luogo che dà buone vibrazioni, energia positiva, vitale. Quello in cui si corre quando si ha bisogno di ricaricarsi, o rasserenarsi.
Il mio posto speciale è nella mia casa in Trentino, quella che non abito abitualmente ma che è più mia di ogni altro luogo al mondo. In realtà è appena fuori, dalla casa, all’aperto.

Si tratta di una semplice panca, fatta in legno e chiodi, proprio sul prato che costeggia il fianco della mia abitazione, sotto il grande e vecchio ciliegio. È un posto nemmeno troppo comodo, si tratta di assi messe insieme alla bene e meglio, con un risultato piuttosto spartano. Però da qui si domina la piccola valletta che si apre proprio ai miei piedi.
Lì sotto mio nonno faceva il fieno quando io ero piccola, lo vedevo arrancare per quella riva impervia col suo carico sulle spalle avvolto in un vecchio lenzuolo, un poco curvo sotto il peso ma con lo sguardo verso l’alto, fiero e fondo com’era lui.
Lì sotto, in quel mare di erba alta che ora ondeggia in estate a ogni colpo di vento come un lago verde appena increspato, ho osservato famiglie di scoiattoli fare le provviste per l’inverno e mi sono persa nei loro giochi come davanti a un acquario enorme.

Su quella panca mi sono abbandonata milioni di volte, ascoltando cori di grilli e il sole sulla pelle, mentre il mio sguardo vagava oltre, là dietro dove c’è il bosco, e sopra, dove i miei monti se ne stanno impettiti e benevoli, sentinelle del sempre. Non c’è niente a cui non abbia pensato, da lì.
Alla mia vita, ai miei amori. Ho immaginato l’uomo che amo arrivare alle mie spalle e sorprendermi con un bacio, ancora prima di incontrarlo. Ho visto le sagome dei miei figli giocare in quei prati. Molto prima che nascessero. Ho pensato alla mia vita e a quello che potevo farne, quando ancora mi sembrava una creta morbida e docile da plasmare con le mani. Ho immaginato viaggi, partenze, e ritorni. Ho programmato fughe e mi sono riconciliata con l’idea di rimanere. Ho intuito cambiamenti, guardando le nuvole che nascono dalla bocca tra i monti e minacciano pioggia. Ho indovinato malumori che si affacciavano striscianti tra i miei pensieri e ho trovato le parole magiche per farli desistere. Qualche volta.

Sulla mia panca mia madre è venuta a cercarmi quel giorno che è morto mio nonno. Quel giorno mi ha detto “Sapevo che ti avrei trovata qui”.Quel giorno ero scappata dalla confusione che i parenti facevano in casa, dalle lacrime silenziose e docili che uscivano dagli occhi di mia nonna, dai preparativi per il funerale.
Sulla mia panca trovo mia madre, ogni volta che ho bisogno di lei. Mi basta attraversare il prato, saltare su quelle vecchie assi scomode e lei è lì. Io sorrido e dico “Sapevo che ti avrei trovata qui”.

Lì su quel prato ho fatto i miei conti con la morte. Con quella temuta e scongiurata delle persone che amo e con quella che si è fatta reale. Che mi è apparsa con tutto l’orrore di cui è stata capace, come solo fa orrore l’inesorabile.
Lì ho stramaledetto e imprecato contro quello che non capivo.
Lì sotto il ciliegio e tra quei pezzi di legno assemblati come viene ho fatto pace con Dio, con quel Tutto che sotto ai miei occhi si trasforma ogni anno, ogni stagione, ogni giorno e ogni istante, ma che rimane –seppure con un vestito diverso- per farmi pensare che qualcosa resiste. Che c’è sempre almeno un pensiero, un odore o un’immagine che sopravvive a ciò che siamo.

C’è un posto speciale per ognuno di noi. Questo è il mio. Un angolo al limite del bosco, dove luci e ombre si fondono e mi regalano occhi nuovi e pensieri più quieti. Il mio angolo segreto viene con me, ovunque io vada. Anche adesso che non sono lì mi basta socchiudere gli occhi per sentire il legno ruvido sotto le dita, il cantericcio dei grilli e l’odore del fieno maturo che mio nonno tagliava in estate.

Il jolly è: socchiudere gli occhi e tornare lì. Ogni volta che ho bisogno di sentire che il mondo è un posto migliore

Questo post partecipa alla Staffetta dei Blog, un’interessante iniziativa nata per far circolare le idee in Rete, trattando ogni mese un argomento diverso. Carino, no?

Qui, in ordine rigorosamente sparso, gli altri partecipanti

 

annamammadelsud-http://annamammadelsud.blogspot.it/
Cri dovegirailsole – http://dovegirailsole.blogspot.it/
Mammachecasa! – http://mammachecasa.blogspot.co.uk/search/label/Staffetta%20Di%20blog%20in%20blog
simona elle – http://www.simonaelle.com/search/label/Staffetta%20tra%20blog
Vivere a piedi nudi http://vivereapiedinudi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
Sono una Mamma non sono una Santa – http://theyummymom.blogspot.it/
Viaggi e Baci http://viaggiebaci.wordpress.com
BabyGreen – http://www.babygreen.it/
Il caffè delle mamme – http://www.ilcaffedellemamme.it/tag/di-blog-in-blog/
Bimbiuniverse http://bimbiuniverse.blogspot.it
mammamiacosafaccio!?http://mammamiacosafaccio.blogspot.it/
Mammachetesta http://www.mammachetesta.com
Mamma studia! http://mammastudia.blogspot.it/search/label/staffettadibloginblog
Il mondo di Cì http://ilmondodici.blogspot.it/search/label/staffetta%20blog
Ilpampano http://ilpampano-designbimbi.blogspot.it/
La Diva delle Curve http://www.divadellecurve.com/search/label/staffetta
Accidentaccio http://accidentaccio.blogspot.it/search/label/Di%20Blog%20in%20Blog
Mavie – http://www.mavie.it/tag/di-blog-in-blog/
Diario magica avventura http://lamiadolcebambina.blogspot.it/
AmaranthineMess http://amaranthinemess.blogspot.it
Cento per cento Mamma http://centopercentomamma.blogspot.it
GocceD’aria: http://www.goccedaria.it/tag/goccedaria/staffetta%20blog.html
MammeMatte: www.mammematte.org
Mens Sana – Learning is experience http://laproffa.blogspot.it/
Tulimami http://tulimami.blogspot.it
Umori in cucina:http://umori-incucina.blogspot.it/
Sul mio divano: http://sulmiodivano.blogspot.it/
Ideamamma: http://www.ideamamma.it
Monica e lo Scrapbooking http://monicc.wordpress.com
Passe-partout http://partoutml.blogspot.it/search/label/staffetta%20di%20Blog%20in%20blog
Unamammaperdue http://www.unamammaperdue.blogspot.it/search/label/di%20BLOG%20in%20BLOG
Le avventure della pand-family http://www.emmaeluca.com/?cat=40
Sono una mamma non sono una santa http://theyummymom.blogspot.it/
Non ho voglia di compiere gli anni http://nonhovogliadicompiereglianni.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
Gina Barilla – cronaca di una madre distratta: http://ginabarilla.blogspot.it
La bussola e il diario: la vita e il viaggio http://bussolavita.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog
Home-Trotter: http://www.home-trotter.blogspot.it/search/label/Di%20BLOG%20in%20BLOG
Illustrando un Sogno – http://silviomacca.blogspot.it/search/label/Di%20Blog%20in%20Blog%20-%20Staffetta
Ostuni Magazine http://ostunimagazine.blogspot.it/search/label/Di%20Blog%20In%20Blog
Stellegemelle : http://www.stellegemelle.com/2012/04/di-blog-in-blog.html
ero Lucy http://erolucyvanpelt.blogspot.com/search/label/di%20blog%20in%20blog
I Viaggi dei Rospi: http://laliviaggi.blogspot.com
cancheabbaia- http://cancheabbaia.blogspot.it/search/label/dibloginblog
Le tre gonne di villa P.: http://adryavventure.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
Cardamom: http://www.designcardamom.blogspot.it/
SilviaBallico: http://lavandaecioccolato.blogspot.it/search/label/Di%20blog%20in%20blog
Mamme fai da te: http://mammefaidate.blogspot.it/search/label/Di%20blog%20in%20blog
La Scuola in Soffitta: http://scuolainsoffitta.wordpress.com
Olga Picara: http://hobbyimpara.blogspot.it/search/label/dibloginblog
Cristina: http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog
Wisteria di Essenza Burrosa: http://curwitchlicious.blogspot.it/search/label/staffetta
Pattibum: http://pattibum.wordpress.com/tag/di-blog-in-blog-2/
Beth Pollini :http://beth1968.blogspot.it/2012/06/di-blog-in-blog.html
Uberti Debora:http://crescereduegemelli-debora.blogspot.it/tag/di-blog-in-blog.html
Una mamma e sette laghi di Laura Pantaleo Lucchetti: http://www.bosina.net
Mikkamade http://mikkamade.blogspot.it/search/label/staffettadibloginblog
Per mille Cammelli ! http://permillecammelli.blogspot.it/search/label/dibloginblog
Aline Scipioni Forti http://persempremamma.blogspot.it/search/label/dibloginblog

Il prossimo appuntamento è per il 15 agosto

Share
Tags: , , , , , ,

48 Responses to Il mio posto speciale

  1. Mammamari ha detto:

    Ero curiosa di scoprire quale era il tuo posto speciale e mi ritrovo cotanto post. Commovente, poetico, umano.
    Il tuo blog sta diventando per me il libro che mi accompagna in questa mia terza maternità. A Laura voglio raccontare il sapore bbodiano di queste giornate.

  2. Debora ha detto:

    Complimenti, gran bel post un abbraccio se vuoi venire a trovarmi ne sarò felice!

  3. Cristina ha detto:

    Stesse sensazioni nella mia casa al mare… splendido post… Grazie per averlo scritto.

  4. Giulia ha detto:

    Mi sono venute le lacrime agli occhi…a ripensare a chi non c’è più e ai luoghi che me li ricordano… Brava, hai scritto un post stupendo!!

  5. Tamerice ha detto:

    Mamma mia Fioly, non solo mi hai commossa, mi hai fatto immedesimare nei momenti che descrivi così bene da farli miei, cambiando il tempo e il luogo. Mi piacerebbe sapere esprimere i miei pensieri come sai farlo tu o anche solo la metà…

    • Fioly ha detto:

      no, davvero, troppa grazia. sono felice, però, se ti ho fatto sentire qualcosina delle emozioni che ho provato scrivendo queste righe. grazie

  6. è veramente un posto speciale, avrei bisogno di un posto così, per staccarmi ogni tanto dalla quotidianità che un po’ mi soffoca, mi priva di energie a poco a poco…mi siederei volentieri sulla tua panca per riconciliarmi con il mondo.

  7. Palmy ha detto:

    “Ognuno di noi ha un spazio speciale, in cui si sente a proprio agio, al sicuro. Un luogo che dà buone vibrazioni, energia positiva, vitale. Quello in cui si corre quando si ha bisogno di ricaricarsi, o rasserenarsi.” Questa mi sembra una considerazione molto significativa… il luogo che ci dà serenità è proprio un luogo di cui si percepiscono le energie positive, anche per me è così…

  8. Lali ha detto:

    shhhhhhh il tuo post merita solo silenzio e rispetto….

  9. simona ha detto:

    un post stupendo Fioly, e poi un angolo così nel verde…. wow, mi hai fatto proprio sognare!

  10. Difficile commentare questo tuo splendido post. Ci hai aperto il tuo mondo, ci hai mostrato un luogo molto intimo e anche un pezzo di te stessa…
    Anche se la vita ti ha messo alla prova, la vita ti ha dato le basi per superare la prova.. i tuoi affetti, la tua famiglia e un pò anche quell’angolo che ti ha aiutata a riflettere.
    Ciao!

    • Fioly ha detto:

      tutto sacrosanto, quello che hai scritto. la vita mi ha dato cose bellissime, anche se alcune non a lungo quanto avrei voluto. mille grazie e un abbraccio

  11. paola ha detto:

    … io non ho parole… sono profondamente commossa .. certe emozioni restano. Paola

  12. Michela ha detto:

    Come scrivi bene! complimenti questo post è molto bello e …si, lo ammetto, hai fatto commuovere anche me!
    Piacere di averti conosciuta. Non mi stancherò mai di ringraziare le ideatrici di questa staffetta; penso sia la migliore iniziativa a cui abbia mai partecipato e mi sta facendo conoscere un sacco di persone e “cose” nuove e interessantissime.
    A presto
    Michela

    • Fioly ha detto:

      hai perfettamente ragione: è un gran bel modo di conoscere persone, pensieri e affinità, questa staffetta. il piacere di conoscerti è mio, Michela. a presto!

  13. Simona ha detto:

    Per un momento ho dimenticato che stavo leggendo un post delle staffetta………. smarrita nelle splendide parole del tuo racconto. Accidenti, vorrei scrivere così!! Simona

  14. Stupendo post e stupendo luogo,piacere di averti conosciuto grazie alla staffetta ciao!

  15. cardamom ha detto:

    cara fioly..hai veramente la capacità di emozionare e di trascrivere qui con le giuste parole la tua vita e qullo che ti porti dentro….con le lacrime agli occhi ho ripensato al mio di nonno….baci

  16. Claudia - Shanta ha detto:

    Oh, che post struggente, nostalgico eppure reale… sono con te su quella panca di legno e chiodi, scomoda ma che permette di guardare oltre la valle e di riconciliarsi con la vita… mi sono davvero commossa, sei riuscita a farmi visualizzare perfettamente la forza di tuo nonno e della tua famiglia, quel ciliegio carico di frutti che aspetta solo che vengano colti… e hai reso perfettamente l’amore infinito che nutri per la tua terra. Bellissimo post…

    • Fioly ha detto:

      che bello essere capiti così a fondo. è una delle soddisfazioni vere dell’avere un blog: trovare che sei riuscito a comunicare quello che hai dentro. grazie davvero

  17. Che magia,mi hai affascinato e anche un po’ commosso…complimenti! ciao, a presto

  18. Anna ha detto:

    Fioly sniff sniff, che bel post, mi hai commossa 🙂

  19. Clara ha detto:

    A volte ho l’impressione che siano i posti, i luoghi speciali ad abitarci, e non viceversa. Un abbraccio da un angolo sperduto di Romagna, dove l’anima viene ad assopirsi, curarsi e ricaricarsi

    • Fioly ha detto:

      un abbraccio a te, e che il posto speciale in cui ti trovi ora sia per la tua anima il balsamo di cui necessita (grazie, per questa visita. davvero molto gradita)

  20. mikka ha detto:

    Che fortunata che sei ad avere un posto così speciale e magico. Io mi ricordo di un sasso sagomato a sedia nel quale si sedeva mio nonno e mi ricordo anche mia bisnonna per riposarsi. Purtroppo pochi anni fà non lo sapevo ma la ditta di demolizione incaricata a demolire la casa lo portato via tutto sasso compreso…. se lo avessi saputo me lo sarei portato a casa!!! ciao

  21. ero Lucy ha detto:

    Ma che bello questo post Fioly! Bravissima, e’ un angolo davvero speciale, grazie per averlo condiviso con noi.

  22. Alice ha detto:

    Che bello Fioly. Io non ho un posto così. Però ho tanti ricordi che, come hai fatto tu in questo post, possono farmi rivivere emozioni bellissime.
    Mi hai ricordato Richard Bach ne “Il gabbiano Jonathan Livingston” a proposito dell’amicizia a distanza: se si va al di là del tempo e dei luoghi, ci si può incontrare anche se non ci si vede. Beh, oggi ti ho incontrato in qualche luogo non ben definito. Grazie.

    • Fioly ha detto:

      Che bello quel libro, l’ho letto una vita fa ma è uno di quelli che non si fanno dimenticare. l’avertelo ricordato mi lusinga, eccome. grazie, torna a trovarmi quando vuoi

  23. Ilaria e Dintorni ha detto:

    Ti ho scovato curiosando nella staffetta per capire come funziona, e giunta qui mi son commossa con questo post…. Mi é sembrato di sentire i profumi di cui raccontavi ed il legno ruvido sotto le dita… Grazie di questa bella emozione!

  24. Molto bello e ricco di ricordi questo tuo magico posto. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share
UA-31736997-1